Zuppa di cavolo nero

Ecco un piatto tipicamente invernale, sano, leggero e dal sapore intenso da servire fumante: la zuppa di cavolo nero.

Zuppa di cavolo nero

La zuppa di cavolo nero è un primo piatto vegetariano e vegano parecchio sostanzioso e corroborante, dalla saporosità decisa e fragrante.

L’ingrediente base è il cavolo nero, verdura tipica del centro Italia che si trova sui banchi dei fruttivendoli o dei supermercati da novembre ad aprile. Il periodo migliore per gustarlo è quello invernale in quanto le prime gelate rendono più tenere le foglie, pur lasciandole belle croccanti.

Ha un sapore aromatico e molto intenso e viene utilizzato in cucina per realizzare gustose ricette di primi come zuppe, minestre o come condimento per pastasciutte, sostanziosi secondi piatti come hamburger, frittate etc o come appetitosi e profumati contorni per accompagnare carni rosse e bianche.

Se ne possono aggiungere un paio di foglie crude e tagliate finissime per arricchire insalate miste oppure qualche foglia cotta al vapore per rendere speciali insalate di verdure lessate o grigliate.

E’ un ortaggio dalle foglie molto caratteristiche che presentano crespature su tutta la loro superficie, dal colore verde intenso e scuro.

Ha un apporto calorico molto basso: 100 gr. di prodotto edibile contengono solamente 32 calorie. E’ ricco di vitamine, soprattutto di vitamina C che aiuta a preservarsi dai malanni invernali. Inoltre è ricchissimo di sostanze antiossidanti e di sali minerali tra cui ferro e potassio.

In questa ricetta viene abbinato a fagioli cannellini, che con il loro sapore dolce e la consistenza cremosa, si abbinano perfettamente al sapore vivace ed acceso del cavolo nero. Puoi utilizzare fagioli cannellini già lessati in scatola (meglio quelli in barattolo di vetro) risciacquati e scolati per eliminare la loro acqua di conservazione oppure fagioli secchi lasciati in ammollo tutta la notte e poi fatti lessare: in questo caso utilizza la loro acqua di cottura unendola alla zuppa al posto del brodo vegetale caldo.

Prima di portare il tavola questa deliziosa e fumante zuppa, puoi arricchirla con un filo di olio extravergine di oliva a crudo.

Puoi anche servire la zuppa in fondine di terracotta tenute al caldo in modo che mantenga più a lungo il calore.

E’ molto indicato anche il pane di kamut, in sostituzione di quello casereccio senza sale, per accompagnare la zuppa.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 30 minuti

Ingredienti

  • 500 gr. cavolo nero
  • 300 gr. Fagioli cannellini lessati
  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • 1 gambo di sedano
  • 2 cucchiai olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi aglio
  • 1 rametto rametto di rosmarino
  • 1 rametto timo
  • 8 fette pane casereccio senza sale
  • brodo vegetale caldo

Preparazione

  1. Trita finemente la cipolla.
    Lava e pela la carota e tagliala a pezzi insieme al gambo di sedano ben lavato.
    Pela uno spicchio di aglio e tritalo finemente insieme ai rametti di erbe aromatiche private dei gambi legnosi.
    Pulisci il cavolo nero e taglialo a pezzetti eliminando la costola dura centrale.
  2. Versa l’olio extravergine di oliva in una casseruola di terracotta e fallo scaldare leggermente.
    Unisci la cipolla tritata e lasciala appassire a fiamma dolce.
    Aggiungi il trito di aglio ed erbe aromatiche.
  3. Fai cuocere per un paio di minuti e poi unisci il cavolo nero tagliato a pezzi.
    Lascialo insaporire per qualche minuto mescolando spesso e mantenendo sempre la fiamma medio bassa.
    Bagna con due bicchieri di brodo vegetale caldo e continua la cottura per una decina di minuti sempre a fiamma medio bassa.
  4. Condisci con sale e pepe appena macinati ed unisci i fagioli cannellini lessati.
    Bagna con altri due bicchieri di brodo vegetale caldo e continua la cottura per altri 10 minuti mescolando spesso e facendo attenzione che la verdura non si attacchi sul fondo della pentola. Ogni tanto bagna con brodo vegetale caldo in modo da mantenere la zuppa abbastanza brodosa.
  5. Fai tostare le fette di pane casereccio senza sale, tagliate non troppo spesse, nel forno a 160 gradi e poi strofinale con uno spicchio di aglio, spolverizzale con pepe rosa macinato fresco e bagnale con un filo di olio extravergine di oliva.
  6. Una volta che la zuppa di cavolo nero è pronta, distribuiscila nelle fondine singole e servila in tavola bella fumante accompagnata dalle fette di pane casereccio disposte sopra un piatto grande tenuto al caldo.


Vedi altri articoli su: Cosa Cucino Stasera | Ricette detox | Ricette Light | Ricette vegane | Ricette vegetariane |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *