Vellutata di finocchi con zafferano e crostini

Dal gusto delicato e avvolgente, la vellutata è il piatto caldo ideale per un pranzo come per una cena light e sfiziosa. Benvenuto autunno!

26/09/2013

Sommario

Dal gusto delicato e avvolgente, la vellutata è il piatto caldo ideale per un pranzo come per una cena light e sfiziosa. Benvenuto autunno!

Tempo di preparazione:
40 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Finocchi 400 grammi
  • Patate 1
  • Zafferano tipo la bustina 3 Cuochi 1 bustina
  • Burro 30 grammi
  • Farina bianca 1 cucchiaio
  • Cipolle 1
  • Parmigiano reggiano grattugiato (a piacere) qb
  • Brodo vegetale quanto basta qb
  • Pane bianco a piacere qb
  • Olio extravergine di oliva quanto basta qb
  • Rosmarino quanto basta qb
  • Sale quanto basta qb
  • Pepe un pizzico (solo se piace) qb

Siamo ormai prossimi alla stagione più fredda e una buona vellutata può tornare utile. La ricetta che oggi proponiamo è quella di una leggera e delicata vellutata di finocchio con zafferano, una delizia calda da degustare nelle giornate autunnali e invernali possibilmente accompagnata da crostini di pane. Il sapore è delicato e leggero e adatto a chiunque, anche ai più “schizzinosi”. Oltre alle indicazioni per preparare la vostra vellutata suggeriamo anche un modo semplice per preparare da voi e in breve tempo i crostini di pane, una sfiziosa alternativa al pane capace di arricchire ancor di più il gusto di un piatto light, ma saporito.

Preparazione

Prima di dedicarvi alla vellutata di finocchi e zafferano, dedicatevi al brodo vegetale. Potete usare uno o due dadi pronti, così da accelerare la preparazione.

Una volta pronto il brodo, dedicatevi ai crostini. Prendete 3 fette alla volta di pane bianco tagliatelo a dadini di 2 centimetri. Continuate fino ad ottenere la quantità desiderata.

Mettete a scaldare una padella antiaderente a fuoco vivo. Quando il fondo sarà ben caldo, versate i dadini di pane già tagliati. Agitate poi la padella prendendola per il manico per distribuire al meglio i dadini e separarli.

Innaffiate con l’olio i dadini in padella, facendo in modo di versarlo su tutti i cubetti di pane, ma con parsimonia per non ungerli troppo.


Leggi anche: Pennette allo zafferano con granella di pistacchi

Continuate a cuocere i dadini a fuoco vivo aggiungendo pezzettini di rosmarino per dare profumo ai crostini e un pizzico di pepe (solo se di vostro gradimento). Munitevi di 2 cucchiai e cominciate a girarli. Continuate a cuocere fino a che non avranno raggiunto un bel colore dorato. A questo punto i crostini sono pronti. Cercate di tenerli in caldo.

A questo punto dedicatevi ai finocchi e alla patata. Tagliate i primi a velo e la patata a cubetti. Fate appassire i finocchi in metà della quantità di burro consigliata. Unite la cipolla e la patata tagliata a cubetti e fate soffriggere per 5 minuti a fiamma non troppo alta.

Insaporite con il sale, spolverizzate con la farina e innaffiate con il brodo bollente (non tutto). Cuocete il tutto per 15 minuti mescolando ogni tanto.

Diluite lo zafferano nel poco brodo caldo rimasto. Aggiungetelo poi a quanto “ribolle in pentola” e continuate a cuocere per altri 5 minuti.

Aggiustate di sale e frullate il composto ottenendo una crema. Servite caldo con i crostini di pane precedentemente preparati e parmigiano reggiano grattugiato.