Reanimator 1

The Reanimator, il cocktail con l’amaro Nonino

Sapore e calore italiano e il vero Rye Whisky americano si incontrano nella ricetta del Reanimator: il cocktail nato a New York ma dal cuore friulano

Ci sono cocktail tradizionali, conosciuti e famosi. Altri che sono assolutamente innovativi e sorprendenti. E scoprire che possono essere preparati ottimi cocktail utilizzando alcolici “diversi” – come gli amari o le grappe – è una novità che, anche se ad un primo approccio può far storcere il naso, si rivelerà invece una vera e propria sorpresa su tutta la linea. Provare per credere.

reanimator
Amaro Nonino Quintessentia e cocktail Reanimator

Ci siamo già occupati di cocktail che prevedevano nella ricetta l’uso della grappa, e perseguendo il medesimo sentiero, proponiamo un cocktail che prevede l’uso di un amaro che, guarda caso, è un prodotto di punta di una delle distillerie più storiche e cariche di prestigio della nostra penisola: la Distilleria Nonino. L’amaro in questione è il Quintessentia, liquore corposo e di grande personalità che porta a spasso con eleganza la sua gradazione al 35%. Fu Antonio Nonino, seconda generazione della famiglia di distillatori più famosa d’Italia in pista dal 1897, che nel 1933 iniziò a produrre, insieme alle tradizionali acquaviti e distillati, infusi di erbe della Carnia. Furono invece Giannola e Benito Nonino nel 1992, basandosi rigorosamente sull’esperienza di Antonio, a produrre la ricetta dell’amaro Quintessentia. Sono diversi i cocktail creati usando l’amaro dei Nonino, fra essi uno dei più famosi e storici è senza dubbio The Reanimator – “Il Rianimatore” – ideato dal barman newyorkese David Wondrich. Un cocktail dalla preparazione semplicissima dove l’arte e il gusto italiano si fonde con sorprendentemente naturalezza con il tipicamente statunitense Rye Whysky, che ha nella segale il suo principale ingrediente. Sorprendente, diverso, inatteso. Da provare.

  • Resa: 1 cocktail ( 1 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 3 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 1 Amaro Nonino Quintessentia
  • 1 Amercian Rye Whiskey (Whyskey di segale)
  • scorza di limone (o d’arancia)

Preparazione

  1. Mescolare senza agitare eccessivamente il whyskey alla segale e l’amaro con abbondante ghiaccio tritato.
  2. Versare in un bicchiere da cocktail freddo e guarnire il tutto con la scorza di limone o d’arancia.

Altre ricette per te


Ti potrebbe interessare anche

Ricette vegane

Burger di ceci ligh

Cocktail Negroni
Consigli di cucina

Cocktail alcolici con gin

Pangrattato fatto in casa
Fatto In Casa

Pangrattato fatto in casa: i consigli per prepararlo

Ricetta torta salate con verdure senza glutine
Ricette senza glutine

Torta salata con verdure senza glutine

Semifreddo alle albicocche
Ricette Dolci e Dessert

Semifreddo alle albicocche

Ricette Dolci e Dessert

Cheesecake al cioccolato bianco e limone

Ricette Estive

Cocktail estivi: i migliori 5

Classico Lime Daiquiri.
Fatto In Casa

Cocktail alcolici con rum

Ricette Dolci e Dessert

Vol au vent home made in poche mosse

Un rotolo di pasta sfoglia, un uovo e due coppapasta sono tutto ciò che vi servirà per creare i vostri vol au vent casalinghi. Semplici e veloci da preparare, si prestano ad essere farciti in mille modi diversi!

Leggi di più