Pandoro senza glutine

Il classico dolce a forma di stella buono e gluten free

pandoro senza glutine

Il Pandoro è una specialità tipica di Verona, che deriva dal “nadalin”, dolce basso a forma di stella a otto punte, che veniva consumato a Natale dai signori della città. Secondo altre leggende sarebbe nato da un dolce veneziano del ‘500 che veniva guarnito con sfogliette d’oro, da cui il nome con cui è conosciuto oggi, che però potrebbe essere collegato anche al suo colore dorato.

La notizia certa è che il Pandoro di oggi nasce nel 1894 quando Domenico Melegatti ottiene l’attestato di Privativa Industriale, una sorta di brevetto per la realizzazione di un dolce soffice e alto, dalla forma di stella a otto punte poi ridotta a cinque, ritratto dal pittore impressionista Angelo Dall’Oca Bianca. La ricetta caratteristica è un simbolo della città di Verona e prevede un impasto morbido dal colore dorato, aromatizzato alla vaniglia e decorato con zucchero a velo, senza farciture. La versione originale è tutelata addirittura da un Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e delle Attività Produttive del 22 luglio 2005, secondo il quale si definiscono “pandori” solo i dolci che contengono burro e uova fresche e che sono realizzati con un processo di lievitazione naturale.

Questo dolce tipico del Natale è entrato di diritto a far parte del patrimonio culturale italiano, tanto che da qualche anno si svolge la Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro che ha “incoronato” questi due prodotti come Imperatori del Natale Made in Italy. Nell’edizione del 2014, tenutasi a Roma il 22 e il 23 novembre, più di 16.000 persone hanno degustato le mille varianti portate da ogni parte d’Italia. Una delle novità più significative è la presentazione da parte dell’On. Barbara Saltamartini della proposta di legge per la modifica del Decreto 22 luglio 2005 per aumentare l’attenzione istituzionale sui prodotti senza glutine. L’iniziativa porta alla ribalta una situazione ormai abbastanza frequente, che può essere affrontata con più facilità grazie alla sensibilizzazione sulle alternative possibili: una è rappresentata dalle linee gluten free, prodotte dalle maggiori aziende del settore. L’altra possibilità è preparare un ottimo Pandoro senza glutine con le farine specifiche o i mix per le paste lievitate. Il risultato sarà perfetto nel sapore e nell’aspetto e riempirà di gioia i banchetti festivi di coloro che non possono gustare la versione tradizionale.

Per realizzare un pandoro senza glutine è necessario tenere presente la maggiore debolezza delle farine specifiche, per cui potrebbe verificarsi una crescita più moderata e lenta dell’impasto. Il sapore e la sofficità non vengono comunque compromessi.

Ingredienti

  • 150 grammi fecola di patate
  • 150 grammi farina Bi-Aglut (per pane e paste lievitate)
  • 150 grammi zucchero a velo
  • 1 panetto lievito di birra
  • 150 grammi burro
  • 1 bicchiere latte
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico sale
  • scorza di limone (grattugiata)
  • 1 tazzina da caffé liquore a piacere (meglio se Cognac)
  • 1 bustina di zucchero vanigliato (per la guarnizione)

Preparazione

  1. Lasciare gli ingredienti fuori dal frigorifero per portarli a temperatura ambiente.
  2. Mescolare in una ciotola farina, fecola, zucchero, sale e vanillina.
  3. Sciogliere il lievito di birra nel mezzo bicchiere di latte tiepido.
  4. Mescolare gli ingredienti energicamente fino a ottenere un impasto omogeneo, che andrà versato nello stampo da pandoro imburrato e infarinato.
  5. Ammorbidire il burro e aggiungerlo all’impasto insieme alle uova, il lievito sciolto nel latte e gli altri ingredienti rimasti.
  6. Lasciate lievitare il composto coperto da un panno, al riparo da correnti d’aria e sbalzi di temperatura.
  7. La lievitazione sarà ultimata quando l’impasto sarà raddoppiato. Solo in quel momento è possibile procedere alla cottura.
  8. Cuocere in un forno preriscaldato a 180° per circa un’ora. Controllare la cottura con uno stuzzicadenti.
  9. A cottura ultimata spegnere il forno lasciandovi il pandoro per altri dieci minuti.
  10. Servire cosparso di zucchero a velo.


Vedi altri articoli su: Ricette di Natale | Ricette Dolci e Dessert | Ricette senza glutine |

Commenti

  • gianpiero

    allla ricetta ( INGREDIENTI ) del pandoro senza glutine non ci sono elencate le UOVA mentre alla preparazione al rigo N° 5 sono elencate
    Quante uova vanno messe?

  • ester

    Buongiorno. È possibile sapere quante uova richieda l’impasto? Nella ricetta non se ne parla ma poi vengono menzionate nel procedimento. Grazie!

  • Teresa COLICCHIA

    La ricetta non è ancora stata aggiornata (mancano sempre le uova)

  • Angelica

    Stessa domanda come sopra se possibile grazie

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *