Ravioli di grano saraceno ripieni di ricotta e cavolfiori, con salvia e speck

Ecco una ricetta per il pranzo pasquale che vi farà fare un figurone: la pasta fatta in casa non delude mai.

15/03/2016

Sommario

Ecco una ricetta per il pranzo pasquale che vi farà fare un figurone: la pasta fatta in casa non delude mai.

Tempo di preparazione:
1 ora 45 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Farina di grano saraceno + 100 grammi per infarinare mattarello e piano di lavoro 400 g
  • Uova intere 4
  • Olio evo 10 g
  • Sale qb
  • Cavolfiore qb
  • Cipolla qb
  • Ricotta 100 g
  • Prezzemolo tritato qb
  • Burro o margarina 1 noce
  • Speck a striscioline o cubetti 70 g

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 635 kcal
  • Grassi 25 g
  • Carboidrati 67 g
  • Zuccheri 5,3 g
  • Fibre 14 g
  • Proteine 33 g

Cercate un’idea per il pranzo di Pasqua? Questi fantastici ravioli faranno entusiasmare i vostri ospiti!

Gustosi e saporiti, sono un’idea perfetta per un primo speciale, anche durante le feste.

L’impasto è senza glutine visto che la farina di grano saraceno non ne contiene. Il ripieno leggero con cavolfiori e ricotta si sposa al meglio con il condimento saporito di speck e salvia. In più, la pasta fresca dà quel tocco di genuinità che sarà sicuramente apprezzato da chi li gusterà.

E se amate la pasta fresca ma non l’avete mai preparata prima, niente paura: è semplicissimo! Bastano un po’ di pazienza e un po’ di buona volontà. Seguite i nostri consigli per realizzarla all’uovo oppure senza uova!

Preparazione

  1. Preparate tutti gli ingredienti sul piano di lavoro.
  2. Disponete la farina a fontana su un piano di legno, o di acciaio se lo avete, e rompete al suo interno le uova.
    Aggiungete un pizzico di sale ed olio e sbattete leggermente le uova con la forchetta facendo attenzione a non farle strabordare.
  3. Nel frattempo mettete a sbollentare i cavolfiori in un pentolino con acqua salata.
  4. Incominciate ad impastare fino a che le uova non saranno completamente assorbite dalla farina e lavorate con il palmo della mano fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.
    Formate una palla, ricopritela con la pellicola e lasciatela riposare a temperatura ambiente per un quarto d’ora.
  5. Nel frattempo, dopo aver fatto saltare leggermente i cavolfiori con la cipolla ed un filo d’olio in una padella, mescolateli con la ricotta e il prezzemolo tritato.
    Aggiustate di sale e lasciate da parte a raffreddare.
  6. Tornate alla pasta e cominciate a stenderla poco per volta.
    Ricordate di infarinare bene e spesso sia il piano che il mattarello.
  7. Con l’aiuto di un coppapasta formate dei tondini e metteteli da parte.
  8. Procedete con la creazione dei ravioli.
    Prendete un tondino, mettete il ripieno al centro, bagnate il bordo con dell’acqua e coprite con un altro tondino.
    Schiacciate dolcemente per fare aderire bene il tondino superiore a quello inferiore.
    Potete aggiungere anche un quadratino di formaggio per ogni raviolo: in questo modo rimarrà ancora più saporito.
  9. Con l’aiuto di una forchetta sigillate i bordi.
    Mettete a bollire in acqua salata per circa 12 minuti.
    (La cottura dipenderà dallo spessore della pasta, quindi assaggiate per essere sicuri che siano pronti.)
  10. Condite con speck e salvia rosolati velocemente con una noce di burro.
    Potete a vostra discrezione aggiungere del parmigiano grattugiato al momento.


Leggi anche: Salvia in vaso: come si coltiva e come conservarla