Piadina Romagnola

La piadina è un piatto ideale per la pausa pranzo o per uno spuntino veloce nel corso della giornata. Scopri la ricetta per prepararla in casa

La piadina romagnola è uno dei piatti più conosciuti e sicuramente apprezzati della cucina romagnola. Si presenta come un disco di sfoglia composto di farina, strutto, sale e acqua che è tradizionalmente cotta su un piano di terracotta o di metallo posto sulla brace. La piadina ha una storia antichissima e risale agli Etruschi, i quali preparavano una pastella di cereali simile a quella odierna. Per molti anni la piadina è stata considerata un pasto dei contadini perché gli ingredienti sono semplici e di facile reperibilità. La vera piadina romagnola è farcita con prosciutto di Parma, squaquerone, un formaggio fresco e gustosissimo, molto simile alla crescenza o allo stracchino, e naturalmente con rucola. Può essere inoltre riempita con mozzarella, pomodoro e prosciutto, con solo formaggio e rucola, con salumi affettati o salsiccia grigliata; insomma, la scelta è illimitata, sta in voi decidere come la preferite. Può essere anche consumata come surrogato del pane per accompagnare varie pietanze. La piadina fresca fatta in casa naturalmente ha un sapore e profumo inconfondibile, ma oggigiorno è molto comune consumare piadine precotte che sono poi scaldate sulla piastra e farcite al momento.

  • Resa: 4 porzioni ( 4 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 6 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 500 grammi farina 00
  • 2 grammi bicarbonato di sodio
  • 65 grammi strutto
  • 200 millitri acqua tiepida
  • 200 grammi prosciutto crudo
  • 100 grammi squacquerone o stracchino, crescenza
  • rucola
  • 5 grammi sale

Preparazione

  1. Mescolare la farina e il bicarbonato in una ciotola. Disciogliere il sale nell’acqua.
  2. Mettere il mix di farina a forma di vulcano su un piano di lavoro, facendo in modo di formare un “cratere” abbastanza grande dove riporvi lo strutto. Amalgamare il tutto aggiungendo lentamente l’acqua e lavorare fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
  3. Coprire con un canovaccio di cotone e lasciar riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.
  4. Dividere la pasta in 4 palle di uguali dimensioni. Per stendere la pasta della piadina è necessario un mattarello di legno – lungo circa 80 cm e 4 cm di diametro. Spolverarlo leggermente di farina e stendere la pasta con lo spessore di circa 5 mm e ricavare 4 dischi di 23-25 cm di diametro. Per ottenere dei bordi regolari usare una rotella tagliapasta a lama liscia seguendo il contorno di un piatto di forma circolare.
  5. Scaldare una padella antiaderente a fuoco medio alto. Aspettare che sia calda, adagiare un disco di pasta sulla padella e punzecchiare piú volte con i rebbi di una forchetta. Cuocere per circa 2-3 minuti per ogni lato. Se si formano delle bolle d’aria, pressarle con una spatula.
  6. Spalmare la piadina con uno strato sottile di formaggio, coprire con alcune fette di prosciutto crudo e guarnire con della rucola.
  7. Piegare la piadina in due e servire calda.


Vedi altri articoli su: Ho fame | Ricette Antipasti | Ricette Piatti Unici | Ricette veloci |

Commenti

  • carmina

    Bello, ma di sale quantoo ne devo mettere?
    Mi viene sempre sciapo
    Grazie per la ricetta

  • Paola Lovisetti Scamihorn

    Ciao Carmina, scusa vorrei chiederti un chiarimento. Tu intendi la piadina o il pane toscano? Per la piadina io di solito uso 4-5 g di sale, mentre per il pane non uso sale. Spero che la mia risposta sia utile. Buon lavoro :)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *