Parasangue o diaframma: consigli per cucinarlo

Si tratta di un taglio poco noto ma ricco di proprietà… impariamo a prepararlo per gustarne tutto il sapore!

parasangue di maiale

Il parasangue di maiale, meglio noto come diaframma, è un pezzo di carne molto povero che soprattutto in passato era usato tantissimo in cucina per preparare una pietanza prelibata e dalle “mille” proprietà. Infatti questo taglio di carne, seppur considerato uno “scarto”, è un vero toccasana per chi ha problemi di anemia e quindi per chi necessita di molto ferro, è un sostegno per le donne in gravidanza e ai piccolini, soprattutto nel periodo invernale, aiuta a prevenire le tipiche malattie da raffreddamento.

Il diaframma, come suggerisce il nome stesso, è quella parte del maiale che si trova tra il torace e l’addome dell’animale e è molto muscolos,a dal sapore dolciastro. Non è il classico taglio di carne che si presta dunque a cotolette o piatti simili bensì va preparato in una maniera particolare che permette di gustarne appieno il sapore e di mantenne intatte le proprietà. Se siete mamme in dolce attesa, come contorno preparate verdure oppure ortaggi ricchi di acido folico come asparagi, carciofi o spinaci.

Ingredienti

  • 1 chilogrammo diaframma di maiale
  • 1 pizzico di sale
  • 1 olio extra vergine d’oliva

Preparazione

  1. Innanzitutto per preparare il diaframma di maiale o parasangue come dir si vuole è necessario acquistare il taglio dal proprio macellaio di fiducia che deve fornirvi la carne fresca.

    Il pezzo di parasanghe di maiale va tagliato a pezzi lunghi ma piccoli, simili a delle striscioline, va riposto in un barattolo sterile, chiuso e messo a bollire in acqua per circa 2 ore. Una volta trascorso il tempo di cottura si lascia raffreddare nel suo barattolo, poi lo si apre e si recupera il suo brodo di cottura simile a un classico consommè, che risulta molto saporito e gustoso, quindi facile da dare anche ai bambini.
    I pezzetti di carne possono ovviamente essere mangiati e si possono condire in vario modo come un normale bollito, con sale, olio, sottaceti e maionese oppure con semplice olio e sale, accompagnato da asparagi, spinaci o carciofi, verdure ricche di vitamine e acido folico, sostanze utili soprattutto alle mamme in dolce attesa.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina | Ricette Secondi Piatti |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *