Falafel

Una ricetta che ci è stata trasmessa dalla cucina araba, perfetta per chi segue un'alimentazione vegan e per le intolleranze

18/02/2014

Sommario

Una ricetta che ci è stata trasmessa dalla cucina araba, perfetta per chi segue un'alimentazione vegan e per le intolleranze

Ingredienti Ricetta

  • Ceci secchi o precotti 400 grammi
  • Aglio 1 spicchio
  • Cipolla 1
  • Coriandolo 1 cucchiaino
  • Cumino 1 cucchiaino
  • Sale e pepe 1 pizzico
  • Olio per frittura qb

I falafel sono delle polpette di ceci, tipiche della cucina nord-africana e mediorientale, una ricetta perfetta sia per vegani che vegetariani perché non contengono ingredienti animali, neanche l’uovo.

Prepararle è facile e vi daranno grandi soddisfazioni. Proponete queste polpette su un letto di verdure di stagione, con del cous cous oppure con del pane tostato e humus. Volete realizzare un panino ma senza utilizzare affettati? Ecco che i falafel sono quello che fa per voi magari usando come pane della pita fatta in casa, un ottima idea anche per un aperitivo estivo con gli amici.

Falafel al forno

I falafel sono polpette fritte ma se volete una ricetta light sostituite la frittura con una più sana e leggera cottura al forno. Preparate le polpette seguendo la nostra ricetta e invece di cuocerle in padella mettetele in forno a 180° C per circa 30 minuti.

Se vi piacciono i falafel provate anche le nostre polpette vegetariane spezziate con salsa allo yogurt oppure le polpette di melanzane al forno.

Preparazione

Se usate i ceci secchi teneteli a bagno in acqua per almeno una notte e cuoceteli fino a renderli morbidi. Se usate i ceci precotti saltate questa fase.


Leggi anche: Cous cous di pesce

Frullate i ceci, la cipolla tritata e l’aglio. Aggiungete il sale, il pepe e le spezie (cumino e coriandolo). Dovete ottenere un composto omogeneo.

Lasciate riposare al fresco per circa un’ora.

A questo punto formate delle polpette grandi all’incirca come una pallina da golf.

Riscaldate l’olio e cuocete i falafel per un paio di minuti per lato in modo che la superficie diventi dorata.

Scolate le polpette con una schiumarola e asciugatele con una carta assorbente prima di servire. Possono essere gustate anche fredde.