Ricetta cornetti fatti in casa come al bar

I cornetti, assieme al caffè o al cappuccino, sono tipici della colazione degli italiani. Ecco la ricetta !

13/11/2022

Sommario

I cornetti, assieme al caffè o al cappuccino, sono tipici della colazione degli italiani. Ecco la ricetta !

Tempo di preparazione:
1 ora 15 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
6 cornetti

Ingredienti Ricetta

  • Uova 3
  • Farina mannitoba 500 gr
  • Burro ammorbidito 240 gr
  • Latte a temperatura ambiente 80 ml
  • Zucchero 80 gr
  • Bustina di vanillina 1
  • Lievito secco 12 gr
  • Acqua 50 ml

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 375 kcal
  • Grassi 20 g
  • Carboidrati 35 g
  • Proteine 8 g

Una ricetta semplice per preparare cornetti buoni come quelli del bar.

Cornetti: la colazione tipica

“Un cappuccino e un cornetto, per favore”: con questa frase inizia la giornata di milioni di italiani. Da tradizione, infatti, quando si consuma la colazione al bar si ordina un cappuccio o un caffè accompagnato da un delizioso croissant, alla crema, al cioccolato o alla marmellata. Se volete portare la colazione del bar sul tavolo di casa vostra, vi suggeriamo una ricetta semplice per preparare le brioche in autonomia. Otterrete un risultato eccezionale: sono buone come quelle del bar!

Le varianti dei cornetti

Oggigiorno si trovano numerose varianti di croissant. I ripieni sono i più disparati: oltre ai classici vuoti, troviamo cornetti ripieni di vari gusti di marmellate, cioccolato o creme di nocciola e crema. Ora vanno “di moda” anche le brioche con ripieno di pistacchio, magari con una spolverata di granella sopra, e al miele, oppure con ripieno di mele, uvetta e cannella, come un piccolo strudel. E le farine utilizzate possono essere la tradizionale ‘00’, ma anche quella integrale o al kamut, senza glutine o di farro. Caldi, appena sfornati, sono deliziosi, ma anche take away e consumati a metà mattina sono ottimi. Esistono poi le versioni salate, ideali per uno spuntino o per un pranzo fuori casa.

Cornetti

La storia dei croissant

Ma dove nasce questo dolce che tutti amiamo e conosciamo? Secondo la tradizione popolare, l’origine del croissant sarebbe legata alle celebrazioni della sconfitta dell’impero ottomano nell’assedio di Vienna del 1683. I turchi, per raggiungere Vienna, decisero di scavare dei tunnel sotterranei e tentare l’assalto a sorpresa di notte. Non tennero però conto che i fornai lavoravano proprio nelle ore notturne per vendere poi i loro prodotti al mattino. E così questi artigiani culinari salvarono la città, avvisando le sentinelle dell’assedio imminente. In particolare un pasticcere di nome Vendler ricevette, grazie a questo gesto eroico, il diritto esclusivo di produrre un dolce speciale per ricordare l’evento. Sarebbero nati così i cornetti, con la classica forma di mezzaluna, simbolo appunto della Turchia. Per la storia ufficiale, invece, le origini del croissant vanno ritrovate nel kipferl austriaco, una specialità dolce o salata a forma di mezzaluna. Questa pietanza è documentata dal XIII secolo.


Leggi anche: Cornetti fatti in casa

Preparazione

  1. Iniziate preparando l’impasto. Sciogliete il lievito nell’acqua, aggiungete 50 gr di farina, mescolate e lasciate lievitare per circa 30 minuti coperto da una pellicola
  2. Trascorso questo tempo, impastate nell’impastatrice la farina, il lievito sciolto nell’acqua, lo zucchero, la vanillina e il latte. Unite le uova una alla volta, senza fermare l’impastatrice, facendole ben amalgamare. Aggiungete 180 gr di burro ammorbidito e continuate a impastare per almeno altri 5 minuti
  3. Trasferite l’impasto in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciate lievitare per circa 4 ore nel forno con la luce accesa, finché il volume non sarà raddoppiato
  4. Una volta lievitato, stendete l’impasto realizzando un rettangolo di 2-3 mm di spessore e spalmate sopra 60 gr di burro ammorbidito
  5. Piegate la sfoglia da sinistra verso destra, fermandovi al centro; poi piegate da destra verso sinistra, sempre fermandovi in mezzo
  6. Avvolgete l’impasto nella pellicola e lasciate riposare un’ora in frigorifero
  7. Ripetete i giri di sfoglia per altre tre volte, senza aggiungere altro burro: stendete l’impasto sempre in forma rettangolare e di spessore 2-3 mm, piegate da sinistra verso destra fermandovi al centro poi da destra verso sinistra fermandovi al centro; ripetete questo procedimento tre volte, poi avvolgete il panetto nella pellicola e lasciate in frigo a riposare altri 60 minuti
  8. Stendete di nuovo l’impasto con forma rettangolare, 2-3 cm di spessore e realizzate dei triangoli con la base di circa 10 cm
  9. Arrotolate partendo dalla base; se desiderate aggiungere della farcitura (marmellata, cioccolato o crema) potete metterne un cucchiaino alla base prima di arrotolare oppure inserire la farcia con una sac à poche una volta cotti
  10. Mettete i cornetti su una teglia, coprite con la pellicola e lasciate lievitare per un’ora
  11. Una volta lievitati, spennellate con un tuorlo misto al latte e cuocete a 170° per 30 minuti; sono pronti quando saranno ben dorati in superficie; lasciare raffreddare prima di consumare.