Pain perdu con taleggio e pere

Pain perdu con taleggio e pere

Il pain perdu è un tipico esempio di cucina di recupero francese. Abbinato a taleggio e pere, il pan perdu diventa chic.

-
26/01/2017

Sommario

Il pain perdu è un tipico esempio di cucina di recupero francese. Abbinato a taleggio e pere, il pan perdu diventa chic.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
6 sandwich o 12 crostini

Ingredienti Ricetta

  • Pane bianco raffermo 12 fette
  • Uova intere 2
  • Zucchero 30 grammi
  • Latte 50 grammi
  • Pere grandi 2
  • Burro qb
  • Vino bianco 1 cucchiaio
  • Taleggio 200 grammi
  • Pepe nero macinato qb
  • Pizzico di sale 1

Una sera – nel corso di una cena di campagna con amici, a base di polenta e salame – si chiacchierava di cibi e intolleranze soggettive.  Ho lanciato il sasso nello stagno: «Chi mangia le pere?». Al che, si è levato corale un osanna: «Con la grappa! La grappa di pere!». Dopo un momento di perplessità, la risposta era più che plausibile: i commensali erano tutti veneti e per loro l’unica varietà di pere accettabile è la Williams. Non paga, ho solleticato un noto buongustaio che rincara la dose: «Il frutto con il senso dell’umorismo, quello che sta sempre volentieri sotto spirito». Ovviamente alla seconda risposta “etilica” mi sono arresa.

Quando mio figlio era piccolissimo, la pera gli piaceva perché si omogeneizza meglio degli altri frutti; a me invece andava a genio che non me la sputasse in faccia anche se non aggiungevo zucchero. Le pere sono più dolci e hanno generalmente la polpa più fine e liscia delle mele: persino da cotte non fanno l’effetto “ospedale”. Opportunamente trattate con vino rosso e cinque spezie, glassate di miele, incastrate in una “tarte” al cioccolato, ingabbiate con una rete di caramello, essiccate a sfoglie e stratificate di chantilly, le pere sono tra i frutti più eleganti e malleabili da manipolare.


Leggi anche: Pere cotte con cannella

Salate non sono da meno, come sa bene il famoso contadino del proverbio: da cruda, la pera dona freschezza ai formaggi stagionati e piccanti, smorzandone la sapidità; ridotta in confettura, con un pizzichino di senape, è la mostarda che meglio si abbina ai formaggi “puzzolenti” come il taleggio.

Questa ricetta di pain perdu con taleggio e pere è un modo chic di tenere fede alla tradizione.

Preparazione

Sbatti le uova con il latte, 15 g di zucchero e un pizzico di sale.

In una padella, salta le pere tagliate a fettine con una grossa noce di burro, lo zucchero e il vino. Falle cuocere a fuoco vivo fino a quando sono tenere e caramellate ma ancora abbastanza sode e croccanti. Tienile da parte.

Scalda una generosa quantità di burro in un’altra padella. Immergi rapidamente le fettine di pane nelle uova sbattute e poi falle friggere da entrambi i lati nel burro.
Metti ad asciugare su una carta assorbente le fette già pronte e procedi fino alla fine.

Scalda il forno a 200°C (se vuoi puoi anche accendere il grill).
Appoggia su ogni fetta di pain perdu qualche fettina di pera, un pizzico di pepe e una fettina di taleggio. Passa in forno fino a quando il formaggio si scioglie.

Olivia Chierighini
  • Scrittore e Blogger