Pici all’aglione, la ricetta toscana

Pici all'aglione, un piatto tradizionale della cucina toscana, a base di sugo di pomodoro arricchito dall'aglione della Val di Chiana e i pici toscani

Sommario

Primo piatto tradizionale toscano con i pici e un sugo al pomodoro con una varietà di aglio tipica della Val di Chiana, l'aglione

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
20 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Pici 320 g
  • Spicchi d'aglione 4
  • Polpa di pomodoro 500 g
  • Olio evo q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Vino bianco 100 ml
  • Sale q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1 porzione
  • Calorie 310 kcal
  • Grassi 7 g
  • Carboidrati 49 g
  • Proteine 8 g

pici all’aglione sono un primo piatto tipico della cucina tradizionale toscana, soprattutto della zona di Siena. Questa tipica ricetta di origine contadina viene preparata con i pici, un formato di pasta locale, simile agli spaghetti ma più spessi e ruvidi, il cui nome deriva dalla tecnica con cui questa pasta viene formata: “appiciare”. Nel dialetto toscano, infatti, con questo termine si indica il gesto che si fa con il palmo della mano per dare all’impasto la forma dei classici pici.

I pici all’aglione sono un piatto cardine della cucina toscana. Una ricetta facile e veloce, ma che necessita di un ingrediente molto difficile da trovare, perché tipico di una specifica zona toscana, tra le province di Arezzo, Siena e Perugia: la Val di Chiana.

Stiamo parlando dell’aglione della Val di Chiana, una particolare varietà di aglio più dolce e delicata, dai caratteristici spicchi di colore bianco avorio che risultano molto più grandi rispetto all’aglio comune.

Aglio

I pici all’aglione sono preparati con un sugo al pomodoro molto semplice, arricchito con una crema di aglione che dona al piatto un sapore davvero particolare, per nulla invasivo e assolutamente digeribile. L’unica accortezza in questa ricetta sta nella cottura dell’aglio, lenta e delicata, evitando di ottenere un retrogusto sgradevole soprattutto per chi non ama il sapore dell’aglio.


Leggi anche: Meteo di fine febbraio: occhiali da sole e ombrelli insieme nella borsa

I pici sono un classico della cucina toscana: li potete trovare conditi con semplice cacio e pepe, o con solo pane grattugiato e fritto nell’olio. Ma la ricetta sicuramente più conosciuta e apprezzata ancora oggi è quella con il sugo “all’aglione”.

Se non trovaste questa varietà di aglio, potete usare meno spicchi di un aglio fresco, da poco raccolto e ancora delicato, che più si avvicina nel sapore all’aglione senese.

Preparazione

Per preparare i pici all’aglione, iniziate dal sugo:

  1. In un tegame mettete a scaldare l’olio evo, aggiungetevi gli spicchi di aglione schiacciati con lo spremi aglio, oppure tritati finemente. Lasciateli soffriggere molto lentamente, dovrà formarsi una sorta di crema d’aglio e olio. Aggiungete anche un pizzico di peperoncino, a piacere.
  2. Unitevi quindi la polpa di pomodoro e un goccio di vino bianco, facendo cuocere sempre a fuoco basso, finché il sugo non inizierà a restringersi. Nel frattempo cuocete i pici in abbondante acqua salata.
  3. Scolate i pici al dente e versateli nel sugo, facendoli saltare a fiamma vivace per qualche minuto, girando di frequente.
  4. . Servite a piacere con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Pici all'aglione ricetta toscana