Arrosto in crosta

L'arrosto in crosta, di maiale o vitello, è un secondo piatto molto scenografico e perfetto per esser servito nelle occasioni importanti

01/01/2024

L’arrosto in crosta è un secondo piatto davvero scenografico, perfetto per addobbare la tavola delle feste. Si tratta di una preparazione molto semplice che in alla vista sembra particolarmente elaborata e raffinata. Per farlo in realtà non è necessario passare molte ore in cucina, basta cuocere l’arrosto e poi sfruttare la sfoglia per dare un look completamente nuovo al piatto.

Arrosto in crosta

La preparazione dell’arrosto in crosta

Per fare l’arrosto in crosta in primis occorre procurarsi un buon pezzo di arrosto di maiale o anche di vitello. In ogni caso, sarà molto buono se la qualità della carne è eccellente. Preparare una padella dai bordi alti con un battuto di cipolla, carote e sedano e quando sarà appassito, inserire l’arrosto in modo da sigillarlo e fargli prendere un bel colore. Coprire con un po’ di brodo, salare, pepare e aggiungere le spezie che più aggradano i commensali. Lasciar cuocere l’arrosto in questo modo per almeno 40 minuti. La carne non deve essere troppo cotta altrimenti si corre il rischio di avere una carne dura che non si taglia bene.

La sfoglia in crosta

Dopo che l’arrosto si sarà cotto a puntino, lasciamolo raffreddare per un po’ e iniziamo a preparare la sfoglia per realizzare il piatto finale. Se l’arrosto non è troppo grande basterà un solo foglio per poterlo ricoprire altrimenti, ne serviranno due. Quindi srotolare il foglio di sfoglia e ricoprirlo con speck oppure spinaci in modo da dare all’arrosto un po’ di sapore e succhi in più che riescano a mantenerlo morbido anche dopo la cottura in forno. Appoggiare l’arrosto sullo speck e prepararsi a girare la sfoglia e richiuderla per avere una crosta bella alla vista e croccante. Alcuni aggiungono anche un po’ di provola o del formaggio perché la fetta sia anche filante ma non tutti amano questa scelta che potrebbe compromettere il gusto finale della carne.


Leggi anche: Menù per la prima comunione: consigli e idee

La cottura in forno

Un a volta terminata la preparazione della sfoglia ed averla richiusa, sbattere un tuorlo d’uovo e passarlo sulla sfoglia così da averla ben colorita prima di tagliarla. La cottura deve essere breve, basteranno infatti venti minuti per dorare la sfoglia. A questo punto, il piatto è pronto e può essere portato in tavola in maniera immediata anche se è preferibile lasciare alla sfoglia un po’ di tempo per raffreddarsi. Il contorno perfetto per l’arrosto in crosta sono le patate al forno che devono essere servite tiepide accanto alla fetta di arrosto per un risultato al top.