Arrosto di vitello

Un delizioso classico della cucina italiana, un piatto speciale per le feste ma squisito in ogni occasione!

11/12/2013

Sommario

Un delizioso classico della cucina italiana, un piatto speciale per le feste ma squisito in ogni occasione!

Tempo di preparazione:
30 minuti
Tempo di cottura:
1 ora 10 minuti
Quantità:
6 persone

Ingredienti Ricetta

  • Vitello sottofesa (o pezzo consigliato dal vostro macellaio) legato 1 kg
  • Patate 1 kg
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Aglio 2 spicchi
  • Rosmarino 1 rametto
  • Foglie di timo 1 manciata
  • Salvia 1 ramo
  • Brodo di carne per sfumare qb
  • Sale e pepe qb
  • Olio extravergine di oliva qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 400 kcal
  • Grassi 14,5 g
  • Carboidrati 26,5 g
  • Zuccheri 1,7 g
  • Fibre 3 g
  • Proteine 40 g

Ecco una ricetta davvero classica, ideale per il menu di Natale ma sempre ottima e apprezzata: l’arrosto di vitello. Questo piatto è tradizionalmente preparato nei giorni di festa, siano essi un semplice pranzo domenicale con la famiglia, una cena con gli amici oppure durante le festività natalizie.

Preparare l’arrosto di vitello non è molto complicato, ma richiede tempo. La carne, infatti, per raggiungere il caratteristico gusto necessita di una cottura piuttosto prolungata. Fondamentale, poi, trovare della carne di ottima qualità: chiedete consiglio al vostro macellaio di fiducia, saprà sicuramente consigliarvi. Inoltre, fatevi legare l’arrosto dal macellaio o scegliete un pezzo pronto per l’arrosto al supermercato: la legatura consentirà all’arrosto di cuocersi uniformemente.

L’arrosto può essere anche accompagnato con una varietà di contorni. I più popolari sono sicuramente il contorno di patate croccanti in padella o arrosto che vi proponiamo in questa ricetta, capace di soddisfare il palato di grandi e bambini. Tuttavia, potete accompagnare il vostro arrosto con altri contorni come le chips di patate alla paprika, una insalata di finocchi e arance rosse, zucchine trifolate, zucca o altro ancora… lasciatevi trasportare dalla vostra fantasia!


Leggi anche: Patate dolci, americane o batate: tutte le ricette

Se vi piacciono i sapori semplici ma gustosi e non volete sfigurare con i vostri ospiti questa è la ricetta che fa per voi!

Preparazione

  1. Per prima cosa accendete il forno a 180° C. Infilate sotto la legatura dell’arrosto il rametto di rosmarino, la salvia, il timo e uno spicchio di aglio in camicia schiacciato, quindi salate e pepate la carne e massaggiatela fino a che il condimento verrà assorbito uniformemente.
  2. Ponete abbondante olio extra vergine di oliva in un tegame e riscaldatelo. Quando l’olio sarà pronto, ponete il vostro arrosto condito nel tegame e fatelo rosolare uniformemente. Questa operazione sigillerà la carne, impedendo ai succhi di uscire durante la cottura e formerà una deliziosa crosticina sulla superficie dell’arrosto (per una crosticina ancora più dorata, fate sciogliere un pezzettino di burro nell’olio).
  3. Mentre l’arrosto si rosola su tutti i lati, sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti, né troppo grandi né troppo piccoli. Disponetele in una teglia leggermente oliata, aggiustate di sale e di pepe.
  4. Una volta rosolato, trasferite l’arrosto nella teglia con le patate, ponendolo al centro. Irrorate l’arrosto con il liquido in cui l’avete rosolato e il vino. Aggiungete i rimanenti spicchi d’aglio. Infornate.
  5. Dopo circa una mezzora, controllate l’arrosto: se vi sembra troppo asciutto, irrorate con il brodo di carne. Un altro accorgimento è cuocere la carne con un foglio di alluminio sopra la teglia – in questo modo, la carne rimarrà succosa e non seccherà.
  6. Dopo circa un’ora e dieci dall’infornata, il vostro arrosto dovrebbe essere pronto. Forate la carne con una forchetta: se uscirà del liquido rosato, l’arrosto avrà bisogno di qualche minuto in più; se il liquido sarà trasparente, il vostro arrosto sarà pronto.
  7. Dopo aver lasciato riposare la carne qualche minuto, tagliate l’arrosto a fette, impiattate con le patate e irrorate con il liquido di cottura. Buon appetito!