Panettone vegano al cioccolato, ricetta gustosissima

Panettone vegano al cioccolato, ricetta gustosissima

Anche a casa si può preparare un ottimo panettone, soffice e profumato. Oggi non nella versione tradizionale ma in quella vegan.

-
20/12/2021

Sommario

Preparare il panettone a casa richiede tempi lunghi, tre impasti e altrettante lievitazioni. Ma non è un'impresa impossibile!

Tempo di preparazione:
1 ora
Tempo di cottura:
45 minuti
Quantità:
8 persone

Ingredienti Ricetta

  • Farina 0 450 g
  • Fecola di patate 50 grammi
  • Lievito di birra disidratato 4 g
  • Burro di soia 100 grammi
  • Zucchero 150 g
  • Latte di mandorla 200 ml
  • Gocce di cioccolato 300 g
  • Miele 40 g
  • Scorza grattugiata limoni 2
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaio
  • Curcuma 1/2 cucchiaino

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 591 Kcal
  • Grassi 18 g
  • Carboidrati 90 g
  • Zuccheri 22 g
  • Fibre 3 g
  • Proteine 7 g

Almeno in Italia le festività natalizie non sarebbero tali senza panettone o, al massimo, pandoro. E proprio di panettone si parlerà oggi ma non di quello che potete trovare al supermercato o in pasticceria. Eh no, oggi parleremo di quello casalingo perché, come scoprirete, a casa si può riuscire a preparare un ottimo panettone, soffice e profumato.

La nostra non è, però, la versione tradizionale ma quella vegana, oltretutto al cioccolato, ideale quindi per chi non ama i classici uvetta e canditi. E il cioccolato non sarà solo all’esterno a ricoprire la superficie del panettone ma, sorpresa, lo troverete anche al suo interno sotto forma di gocce di cioccolato!

Panettone

Preparazione

  • Iniziate dalla biga. Inserite, quindi, in una ciotola 30 g di farina, 5 g di zucchero e il lievito disidratato.
  • Aggiungete 20 ml di acqua e impastate fino ad ottenere un panettino.
  • Coprite e lasciate lievitare nel forno con la luce accesa finchè non raddoppia il proprio volume. Servirà circa un’ora e mezza.
  • Trascorso il tempo necessario, riprendete il panetto lievitato e ponetelo nella ciotola della planetaria.
  • Aggiungetevi 150 g di farina0, 50 g di fecola di patate, 150 ml di latte di mandorla e 20 g di zucchero. Impastate per 5 o 10 minuti.
  • A questo punto potete aggiungere 50 g di burro vegan morbido a pezzetti e incorporarlo bene all’impasto.
  • Coprite nuovamente la ciotola con pellicola e di nuovo a lievitare nel forno spento con luce accesa, questa volta per circa quattro o cinque ore. L’impasto deve triplicare di volume.
  • Siamo così arrivati al terzo impasto. Quindi reinserite la ciotola nella planetaria e aggiungete al composto lievitato ciò che rimane di farina, latte di mandorla e zucchero.
  • Impastate per qualche minuto, dopodiché incorporate anche il mix aromatico composto da miele, scorza grattugiata del limone, estratto di vaniglia e curcuma.
  • Infine è la volta del restante burro ammorbidito a pezzetti, da far incorporare un po’ alla volta.
  • Terminate, ora, la lavorazione passando, per qualche minuto, dalla foglia al gancio in modo da incordare bene l’impasto.
  • A questo punto trasferitelo sul piano di lavoro e allargatelo con le mani in modo da ottenere un rettangolo.
  • Disponete sulla sua superficie 150 g di gocce di cioccolato fredde di frigorifero e ripiegate più volte l’impasto, fino a formare nuovamente una palla.
  • L’impasto può finalmente essere inserito nello stampo apposito, coperto e lasciato lievitare fino a che non quadruplicherà di volume. Serviranno circa cinque ore.
  • Un’ora prima di iniziare la cottura scoprite il panettone e lasciatelo all’aria(è importante).
  • Trascorsa l’ora, praticate un’incisione a croce sulla superficie del panettone e inserite nel taglio qualche pezzetto di burro vegano.
  • Infornate, poi, a 180° per 45 minuti o un’ora, dipende dal forno. Per regolarvi sappiate che la temperatura interna del panettone dovrà raggiungere i 95°.
  • Una volta cotto, estraetelo dal forno e lasciatelo raffreddare a testa in giù per almeno tre ore.
  • Una volta freddo, potete ricoprirne la sommità con una glassa al cioccolato ottenuta facendo sciogliere su fuoco basso le gocce di cioccolato con qualche cucchiaio d’acqua.

Come sostituire burro e uova nel panettone vegano

Panettone al cioccolato


Leggi anche: Panettone al pistacchio fatto in casa: la ricetta

Burro e uova sono tra gli ingredienti fondamentali nella preparazione del classico panettone ma, ahimè, sono per forza da eliminare nella variante vegan. Oggi, fortunatamente, le alternative vegane al burro vaccino sono diverse, dal burro di anacardi a quello di mandorle, dal burro di nocciole a quello di soia fino ad arrivare al burro di pistacchi. In ogni caso ricordate sempre che il burro deve essere morbidissimo quando lo aggiungete all’impasto.

La ricetta di oggi prevede il burro di soia, che potete acquistare ma anche preparare a casa senza grandi difficoltà. Ecco di che cosa avrete bisogno. 300 ml di latte di soia, 60 ml di succo di limone, 600 ml di olio di cocco. Versate, quindi, in una ciotola latte di soia, olio di cocco e succo di limone. Frullate tutto con un minipimer e trasferite la crema così ottenuta in uno stampo per burro rivestito con la pellicola.

Copritelo e ponetelo in frigorifero per almeno tre ore. E voilà, il vostro burro è pronto per essere utilizzato!  Mentre per quanto riguarda le uova, nella ricetta vengono sostituite da latte di mandorla e fecola di patate.

Gli altri ingredienti del panettone vegano

Nel panettone vegan di oggi scompaiono, quindi, burro e uova ma anche uvetta e canditi, sostituiti da golose gocce di cioccolato. A riguardo è importante ricordarsi di lasciarle in frigorifero per un po’ prima di utilizzarle e di non esagerare con le dosi perché potreste altrimenti rallentare la lievitazione.

Gli altri ingredienti rimangono, invece, gli stessi del panettone tradizionale, a partire dalla farina, che deve avere un indice di forza elevato, almeno un W450. Questa tipologia contiene, infatti, un elevato quantitativo di glutine grazie a cui assorbe più acqua e lievita più lentamente. È quindi ideale per preparazioni a lunga lievitazione, proprio come il panettone.


Potrebbe interessarti: 5 ricette con il panettone avanzato

Per quanto riguarda il lievito, potete scegliere se utilizzare quello madre o il lievito di birra fresco o ancora quello disidratato. Infine c’è il mix aromatico, che potete scegliere in base ai vostri gusti e che nella nostra ricetta consiste in miele, scorza di limone grattugiata, estratto di vaniglia e un pizzico di curcuma. Molti lo preparano da uno a tre giorni prima e lo lasciano marinare coperto con pellicola, in modo da ottenere un panettone molto profumato.

I tre impasti e le lievitazioni

Se decidete di imbarcarvi nell’impresa di preparare il panettone a casa, dovrete rassegnarvi a tempi lunghi, a tre impasti e ad altrettante lievitazioni. Dopotutto non state preparando un dolce qualunque! Il primo è un pre-impasto e consiste nella biga, ottenuta dalla mescolanza in piccole dosi di acqua, lievito di birra e farina. A questa seguiranno due re-impasti, nei quali all’impasto precedente si aggiungono ulteriori ingredienti.

Tra una fase e l’altra vi sono necessariamente dei tempi di attesa dati dalle lievitazioni, che devono avvenire ad una temperatura tra i 26 e i 28 gradi, all’incirca quella che potete trovare nel forno spento con luce accesa. Infine una raccomandazione. La durata delle lievitazioni che trovate nella ricetta è puramente indicativa, perché può essere influenzata dall’ambiente circostante. Al di là del tempo trascorso dall’inizio della lievitazione è, quindi, importante osservare come si comporta l’impasto e di quanto è lievitato.

Roberta Zannoni
  • Scrittore e Blogger