Una Birkin di mattoncini? Sui social è virale, ma non esiste

05/12/2023

Diciamoci la verità: chi tra noi non ha mai sognato di possedere una Birkin? La famosa borsa di Hermès è tra le più ricercate (e costose) al mondo. In questi giorni, poi, circola sui social network la foto di un modello davvero incredibile, che ha conquistato tutte, anche le star. Si tratta di una Birkin di Hermès realizzata interamente con i mattoncini Lego.

La borsa, che riproduce fedelmente il modello iconico della maison francese, ha fatto il giro del web, suscitando l’ammirazione e la curiosità di molte donne che avrebbero voluto acquistarla. Peccato che nella realtà non esista. Infatti, si tratta di una creazione virtuale, frutto dell’intelligenza artificiale, e non di una vera e propria collaborazione tra i due brand.

Come è nata la Birkin di Hermès

La Birkin è una delle borse più desiderate e costose al mondo, tanto che possederne una è considerato un investimento sicuro e redditizio. Il suo prezzo può arrivare a centinaia di migliaia di euro, a seconda del materiale, del colore e della rarità.

Nata nel 1984 da un’idea di Jean-Louis Dumas, il presidente di Hermès, per soddisfare le esigenze della cantante e attrice Jane Birkin, è diventata un simbolo di lusso e di eleganza, amata da celebrità e da collezioniste. Tra le vip che non riescono a farne a meno ci sono Chiara Ferragni, Alessandra Ambrosio, Naomi Campbell e Kim Kardashian, oltre a Wanda Nara, che mostrano il loro gioiello sui social media.


Leggi anche: Greenpeace, contro l’accordo tra Lego e Shell una campagna virale

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Glamtol (@glam.tol)

Una Birkin fatta con i Lego

Quella che circola sui social è realizzata con i mattoncini Lego, i giocattoli che hanno accompagnato l’infanzia di generazioni di bambini e di adulti, stimolando la fantasia e la creatività. Il marchio danese, fondato nel 1932 da Ole Kirk Christiansen, produce oltre 75 miliardi di pezzi all’anno, con cui si possono costruire case, veicoli, personaggi e qualsiasi altra cosa si possa immaginare. Lego ha anche collaborato con altri brand, come Star Wars, Harry Potter, Marvel e Disney, per creare dei set tematici dedicati ai fan.

Ecco chi ha creato la Birkin fatta di mattoncini

L’incontro tra questi due mondi così diversi e così affascinanti è stato possibile grazie all’account Instagram Glamtol, che si occupa di creare immagini di accessori di lusso con l’intelligenza artificiale. Il profilo, collegato a quello di Astashion, una piattaforma che esplora le interazioni tra intelligenza artificiale, marchi di moda e lifestyle di lusso, ha pubblicato una serie di foto che mostrano una Birkin di Lego in vari colori, con tanto di scatola e di istruzioni per il montaggio.

Le immagini sono così realistiche e dettagliate che sembrano vere, ma in realtà sono state generate da un algoritmo che ha combinato le caratteristiche dei due prodotti. La borsa di Lego, quindi, non esiste e non può essere acquistata da nessuna parte, come hanno spiegato gli autori del progetto, che hanno voluto creare un’illusione ottica per divertire e stupire gli utenti.

Un’idea che ha conquistato tutti

Tuttavia, la viralità delle foto ha fatto sognare molte persone, che hanno espresso il desiderio di vedere una vera collaborazione tra Hermès e Lego, magari in occasione di un evento speciale o di una beneficenza. Per ora, nessuno dei due brand si è espresso su questa possibilità, ma chissà che in futuro non possa diventare realtà.

Il precedente

Nel frattempo, chi vuole provare a costruire la propria Birkin di Lego può ispirarsi all’opera d’arte di Agnieszka Biernacka, un’artista polacca che nel 2012 ha realizzato una borsa fatta di mattoncini in pvc e “ossa”, omaggiando la sua passione per i Lego e per la moda. La borsa, esposta in una galleria d’arte di Varsavia, ha richiesto oltre due mesi di lavoro e 20.000 pezzi, ed è stata venduta per 5.000 dollari.

Foto copertina: Credit Instagram