Philipp Plein: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week

Stampe 3D e i colori dell'abisso: Philipp Plein si ispira all'oceano e alle sue profondità per una collezione primavera-estate 2015 suggestiva e spettacolare.

Abyss Apocalyps: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week
Abyss Apocalyps: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week
  • Abyss Apocalyps: la sfilata S/S 2015 alla Milano Fashion Week
  • Look dark black&white per la donna di Philipp Plein
  • Il bianco e il nero dominano in questa nuova collezione dello stilista. Qui abbinato con gonna a ruota stile anni 50.
  • Black&white e righe marinare su un abito con gonna a ruota Philipp Plein
  • A rendere speciali gli abiti della collezione dettagli che fanno la differenza, come questo intreccio, abbinato su short  dal colore acceso e sneakers
  • I colori degli abissi sono l'ispirazione di questa collezione, come questo giallo acceso
  • Sono i dettagli quello che fanno la differenza in questa nuova collezione di Philipp Plein come in questo abito bianco arricchito da una cascata di Swarovsky
  • Linee anni 50, gonne a ruota e look sbarazzino per la donna di Philipp Plein
  • Mini abiti colorati, come i fondali degli abissi, con colori luminosi e brillanti
  • Short e giacca in pelle per un look total white con borchie  e ricami che fanno la differenza
  • Il verde degli abissi e dei mari tropicali si riflette in questo completo con gonna, giacca e maglia, brillanti, fluidi e luminosi
  • Ma sono gli abiti lunghi di  Philipp Plein a dominare la scena: con i colori degli abissi e una linea morbida
  • Non solo colore, lo stilista punta anche sul nero, quello dei fondali più segreti e reconditi dell'oceano.
  • Abiti lunghi e fluidi che scivolano sul corpo e sembrano fatti d'acqua
  • Il blu, il rosso e il bianco sono i colori dominanti di questa collezione ispirata agli abissi marini
  • Una donna, quella di Philipp Plein, che vive di contrasti, alternando tacchi alti e sneakers, abiti eleganti e shorts
  • I dettagli per Philipp Plein fanno la differenza, anche negli accessori, con minibag e maxi sacche, decorate con borchie e Swarovsky

Abyss apocalypse è questo il tema della nuova collezione primavera-estate 2015 di Philipp Plein che si ispira all’oceano, ai suoi abissi profondi e alle splendide barriere coralline. Gli abiti del grande stilista hanno sfilato sulla passerella di Milano Moda Donna, durante uno show travolgente che ha letteralmente trasportato il pubblico in un universo sottomarino grazi ad un sistema di 75 luci con proiezioni 3D e ad una passerella-palcoscenico di 65 metri.

Tante le super top model che hanno indossato gli abiti di Philipp Plein, da Izabel Goulart, a Shanina Shayk fino a Devon Windsor, sfilando sulla passerella con un suggestivo fondale marino, mentre in sottofondo si esibiva, live, la Neptune Orchestra.

Una sfilata Kolossal

Quella di Philipp Plein è stata senza dubbio la sfilata più faraonica e strabiliante della fashion week di Milano. A partire dall’ambientazione al di sotto dei grattacieli di Porta Nuova, il simb0lo della Milano del futuro, e la ricostruzione della grotta sottomarina con immagini di meduse, piovre, pesci tropicali e barriere coralline che si sono alternate sulle pareti, lasciando a bocca aperta il pubblico. Una sfilata in pieno stile hollywoodiano.
Di contro, la nuova collezione ribalta lo stile a cui Philipp Plein ci aveva abituati: ecco dunque tagli semplici anni Cinquanta, corpetti, gonne lunghe, colori forti o il classico black & white. Sul finale le proiezioni digitali hanno acceso gli abiti di 20 ballerine in total white, con stampe in 3D ed effetti spettacolari. Un successo coronato con un afterparty che ha visto come protagonista la performance live dell’ospite d’onore, il rapper britannico Tinie Tempah.

Ispirazione abissi

Per la sua collezione primavera-estate 2015, Philipp Plein punta sui colori navy: il rosso, il blu e il bianco. Ampi abiti illuminati da righe e bande orizzontali, tagli dall’allure retrò. Toni accesi che sfumano nel nero, quello profondo e liquido degli abissi e delle sue creature, vestiti lunghi di pizzo in black&white, tessuti lucidi e morbidi che richiamano le atmosfere dark delle grotte più segrete. Una donna, quella di Philipp Plein, sicura di sè e femminile, in grado di alternare, con grande destrezza sneakers e tacchi alti, sacche oversize dal fascino gitano e minibag super chic. E sono i contrasti quelli che colpiscono di più, con alla base l’ispirazione degli abissi, da una parte abiti lunghissimi e fluidi come acqua, dall’altro giubbotti di pelle e shorts, per una donna forte, che sa cambiare.

Pezzi iconici e dettagli che fanno la differenza

Rinnovati anche i pezzi iconici di Philipp Plein, che si accendono di colori abbaglianti, gli stessi delle barriere coralline o dei pesci tropicali, con color-block ad effetto. Ad arricchire l’insieme, sono i detttagli, come le scritte vintage, i pavé di borchie, gli intrecci fatti a mano e le cascate di cristalli Swarovski.

Una vera meraviglia per gli occhi, da vedere nel video che vi presentiamo:


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | Milano Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *