New York Fashion Week day 6: look romantici, ispirazione paradisiache e un salto nel futuro

Eccentrica, romantica e ribelle è questa la donna rappresentata dai designer per la prossima primavera estate 2016

Tommy Hilfiger spring summer 2016
Tommy Hilfiger spring summer 2016
  • Tommy Hilfiger spring summer 2016
  • Tommy Hilfiger spring summer 2016
  • Tommy Hilfiger spring summer 2016
  • Tommy Hilfiger spring summer 2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer  2016
  • Carolina Herrera spring summer 2016
  • Carolina Herrera spring summer 2016
  • Carolina Herrera spring summer 2016
  • Carolina Herrera spring summer 2016
  • Carolina Herrera spring summer 2016

 

Si è conclusa un’altra giornata di sfilate a New York e questa sesta giornata è stata un pieno di romanticismo e femminilità. Hanno presentato le loro collezioni brand noti come Tommy Hilfiger fino a nomi giovani come Zac Posen.

La donna romantica

Una donna romantica e sofisticata, così si presenta la collezionedi Carolina Herrera in cui dolcezza e femminilità fanno da padrone, abiti in grado di affascinare curati in ogni dettaglio come le stampe che sembrano dei dipinti, le sfumature dei tessuti ed i ricami. Gonne a ruota leggere, ma sagomate da effetti in microfibra, camiciole e  top di tulle scendono lungo e segnando la vita. Tessuti tecnologici e pizzi in 3D si trasformano in decori in trasparenza che creano effetti sorprendenti grazie alle stampe con boccioli e petali ricamati.

 

Ispirazione anni Settanta

Ci ha riportato indietro di qualche anno Tommy Hilfiger  che ha presentato la sua collezione primavera estate 2016 con una sfilata dinamica e divertente ambientata in un paradiso tropicale con tanto di sceneggiature che riproducevano spiagge lungo una passerella ispirata agli anni Settanta. Reinterpretando le vacanza di quarant’anni fa in stile moderno. La collezione  è piena di grandi classici rivisitati facendo tributo alla vita semplice delle isole. Abiti morbidi e motivi naturalistici che rendono omaggio a Josef Frank. In poche parole una collezione all’insegna dell’allegria e dell’ eccentricità che si ispira agli inglesi famosi come Mick Jagger e la principessa Margaret.

La donna del futuro

Con Zac Posen parliamo di una rivoluzione ed innovazione in quanto questo designer è riuscito a creare entusiasmo per la alla sfilata della collezione  primavera estate 2016 grazie alla partnership con Made with Code di Google, la prima sfilata che ha dato il via alla New York Fashion Week mostra il primo abito LED che ha illuminato la passerella, con le sue luci scintillanti. L’abito è stato creato con inserti di LED. Nella collezione tanti i dettagli che animano gli abiti come balze, volant, ritagli e inserti in mesh, una collezione eclettica. Giacche in seta nera su pantaloni jacquard, e ancora pantaloncini e camicie bianche, abiti dal sapore bondage. La sfilata ha chiuso con l’abito svasato in nylon con più di 300 led in movimento. Uno sguardo al futuro e alla sperimentazione che fonde moda e tecnologia.


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | New York Fashion Week |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *