Meghan Markle non era libera di scegliere come vestirsi? Le sue parole

09/12/2022

Quando Meghan Markle viveva alla corte di Sua Maestà Elisabetta II avrebbe subito “ridicole pressioni su come vestirsi”. A rivelarlo è il principe Harry in una delle tre puntate della docu-serie “Harry & Meghan” appena pubblicata su Netflix. Il duca di Sussex ha spiegato che aveva preparato Meghan, sulle base delle sue personali esperienze, su che cosa avrebbe dovuto aspettarsi una volta entrata nella famiglia reale. “Il pezzo che davvero non conoscevo era lo stile”, ha aggiunto Harry, “di cosa aveva bisogno una donna per… come aveva bisogno di vestirsi”.

La rigida etichetta di corte

Che alla corte britannica ci sia una rigida etichetta in fatto di stile, è risaputo. Così come sono conosciute le motivazioni per le quali la regina Elisabetta indossava sempre abiti di colori pastello o appariscenti e persino i segreti dietro la scelta e il modo di portare le sue borsette. Quello che, però, finora non conoscevamo sono le pressioni alle quali sono sottoposti i membri della famiglia reale sul dress code da sfoggiare in ogni occasione, persino nei momenti privati. A fare luce su questi particolari arrivano adesso Harry e Meghan, che da quando sono “fuggiti da Londra” non hanno più peli sulla lingua e già in diverse occasioni hanno messo in imbarazzo la famiglia reale con le loro dichiarazioni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Duke and Duchess of Sussex (@sussexroyal)

“Difficile scegliere cosa mettersi”

Così, dopo la famosa intervista nella quale i duchi di Sussex hanno rivelato episodi di razzismo a corte, ecco che adesso arrivano le accuse sullo stile che veniva imposto a Meghan Markle. “Non sono esperto di moda”, ha ammesso candidamente il principe Harry. Meghan, però, ha confessato che non ce l’avrebbe fatta senza i consigli del marito. Infatti, ogni volta che doveva scegliere un vestito o un accessorio c’erano troppe cose da valutare: “Dovrei indossare questi orecchini? Questi sono di un designer britannico? Li ho appena ordinati online, va bene?”, le domande che si poneva ogni volta.


Leggi anche: Meghan Markle: il nuovo affronto a Kate Middleton è con un anello

Il primo “successo” di Meghan Markle

Pare, poi, che a corte ci fossero problemi con le cerniere. “L’intera faccenda era semplicemente ridicola”, ha aggiunto il principe Harry. Da qui una grande ansia, soprattutto per la prima uscita ufficiale come coppia. Alla fine tutto è andato bene: il cappotto Mackage, la gonna color cammello e il dolcevita nero che Meghan Markle indossava per la sua prima passeggiata sono stati un successo.

Il guardaroba “neutro” di Meghan Markle

Meghan Markle ha poi rivelato che, quando viveva in Inghilterra, raramente indossava abiti colorati o sexy per non mettere in imbarazzo gli altri membri della famiglia reale. “C’era del pensiero in questo”, ha spiegato la duchessa di Sussex, “per quanto ne so, non puoi mai indossare lo stesso colore di Sua Maestà se c’è un evento di gruppo. Ma poi non dovresti mai indossare lo stesso colore di uno degli altri membri più anziani della famiglia. La sua soluzione era pensare: bene, qual è un colore che probabilmente non indosseranno mai? Cammello? Beige? Bianco?”. Da qui la decisione di “inventarsi” un guardaroba il più “neutro” possibile. Meghan, infatti, ha spiegato che il suo obiettivo principale era “mimetizzarsi”. In pratica, si diceva sempre: “Non sto cercando di distinguermi qui. Quindi non esiste una versione di me che si unisce a questa famiglia e cerca di non fare tutto il possibile per adattarsi”.

Foto copertina: Credit Agenzia Fotogramma