Louis Vuitton, il sacchetto per il pranzo? Costa 2.700 euro

18/01/2024

Ah le borse, come faremmo a vivere senza? Per quanto riguarda i top brand, l’accessorio più desiderato è, spesso, il più difficile da avere nelle proprie mani. Edizioni limitate, stock risicati, disponibilità solo in alcuni negozi, interminabili code virtuali sui siti ufficiali: insomma, quasi sempre è complicatissimo riuscire a comprare la it-bag del momento. Ma cosa definisce il successo o la sconfitta di un capo di lusso? Come sempre accade, ultimamente, lo spartiacque è il tam-tam sui social: in questi giorni tutti parlano della Sandwich Bag di Louis Vuitton. 

L’irriverenza di Louis Vuitton

La Sandwich Bag di Louis Vuitton è arrivata nei negozi e sul sito ufficiale. Indovinate un po’? E’ impossibile da comprare. “Momentaneamente non disponibile” si legge sullo store online della maison francese, che offre anche la possibilità di attivare un avviso se mai dovesse tornare in vendita. E’ invece ben visibile il prezzo della borsa di cui tutti parlano: 2.700 euro. Nato dalla mente geniale di Pharrell Williams, nuovo direttore creativo del brand, questo accessorio è già uno dei più chiacchierati della stagione in arrivo. 

Louis Vuitton (ph. Fotogramma)
Louis Vuitton (ph. Fotogramma)

Il sacchetto per il panino 

Dopo gli stivali surrealisti con il finto polpaccio, che qualche settimana fa avevano tenuto banco tra i fashionisti, ecco adesso la Sandwich Bag, che richiama in tutto e per tutto un sacchetto per il pranzo. Di lusso, certo. In pelle, è realizzata negli stessi colori dei sacchetti arancioni della maison ed è chiusa da un laccio blu che ricorda lo scotch. Ovviamente nessun modaiolo ci metterebbe dentro panini, frutta, acqua e snack: questa it-bag è solo l’ennesima provocazione per mantenere alto l’hype sul brand. 


Leggi anche: Aspettando l’estate con Wanda Swim

La shopping di Balenciaga 

Del resto le borse che fanno il verso agli oggetti di uso comune non sono una novità nel mondo della moda. Articoli rivisiti con prezzi esorbitanti, che tutti sognano di poter mettere nell’armadio. Ben prima di Louis Vuitton, tutto ha forse avuto inizio nel 2017 quando Balenciaga ha lanciato una shopping bag blu acceso quasi identica alla Frakta di Ikea. La borsa in plastica con dettagli gialli del colosso di mobili svedese è un accessorio tanto iconico quando a buon mercato. Chi non ne ha almeno una in casa? Una è in vendita a meno di euro alle casse di punti vendita Ikea, l’altra veniva venduta a 1.700 euro. L’ironia al tempo non era mancata ma la borsa era comunque stata un successo commerciale. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da X (@undergroundebay)

La “scatola di cartone” di Wanda Nara 

Più di recente, è stata chiacchieratissima la Take Away Box di Saint Laurent. Questa borsa in pelle nera goffrata con il logo del brand vuole imitare le scatole in cartone del cibo d’asporto. Lanciata a inizio 2023, è ancora un successo. Di recente l’ha sfoggiata anche Wanda Nara: la it-bag era infatti il dettaglio più accattivante del suo look mannish pensato per la notte di San Silvestro. A Dubai con i figli e il marito, Mauro Icardi, Wanda teneva ben stretto in mano questo oggetto del desiderio. Il costo? 1.450 euro. 

Wanda Nara (ph. Instagram)
Wanda Nara (ph. Instagram)

Foto copertina: Credit Agenzia Fotogramma