Lady Fur e l’allevamento di visoni

Il viaggio di Lady Fur in un allevamento danese di visoni, per scoprire come vengono allevati e nutriti e i colori delle loro pellicce

Lady Fur
Lady Fur all'interno dell'allevamento di visioni

Carissimi lettori di UnaDONNA.it condivido con voi un’esperienza da me vissuta ad aprile in Danimarca in un allevamento di visoni.

Molte mie clienti (amanti delle pellicce di visone e non solo) mi rivolgono spesso delle domande del tipo: “Come sono fatti i visoni?”, “Quanto sono lunghi?”, “Come e dove vivono?”

Tanta è la disinformazione riguardante questo campo che mi ha indotta a realizzare un video all’interno di un allevamento danese di visoni. La Danimarca è ricchissima di allevamenti di animali da pelliccia come visoni, cincillà, volpi e ospita anche una delle case d’aste più importanti del settore, la Kopenhagen Fur Auction House che incide per un 60% sull’economia di tutto lo Stato.

Nel video potrete ammirare visoni black, palomino e color pearl. Il tempo tiranno mi ha impedito di riprendere altri tipi di colore.
L’alimentazione di questi animali si costituisce di carni freschissime, frutta e alimenti contenenti omega3 e vitamine, il tutto accuratamente tritato e posizionato sopra le gabbie per dar modo al visone di consumare il cibo nell’arco della giornata.

È stato anche molto interessante parlare con gli allevatori e scoprire la passione che li lega all’allevamento dei visoni. Li curano attentamente, facendo in modo che stiano bene anche psicologicamente e ne analizzano il pelo di generazione in generazione.
Ogni gabbia è munita di una piccola lavagnetta sulla quale un codice descrive la caratteristica del pelo del suo abitante più quello dei suoi antenati. Alcuni allevatori tentano di formare un colore nuovo facendo accoppiare due tipi diversi di visone, ma i colori migliori nascono sempre per caso. Proprio l’anno scorso è nato Moondust, una nuova tipologia di colore che ha avuto un discreto successo sul mercato.


Vedi altri articoli su: Abbigliamento |

Commenti

  • fava ernesta

    Intervista interessante e articolo molto esauriente. Complimenti per il tuo lavoro che devi amare veramente tanto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *