Max Mara sfila alla Milan Fashion Week spring/summer 2014

La primavera-estate 2014 di Max Mara è minimal e sobria

Una donna androgina ed elegante che veste capi squadrati e dalle maniche a tre quarti che non definiscono la silhouette

Una collezione classica, minimal, forse anche eccessivamente essenziale, ma pur sempre chic ed elegante. È questa la collezione primavera/estate 2014 proposta da Max Mara in occasione della settimana della moda di Milano.

Assenza di volume e colore

Nessun volume, solo linee dritte e forme squadrate. Al bando le stampe, i dettagli vedo non vedo, le trasparenze, i giochi di tessuti, forme e i colori che abbiamo tanto ammirato fino ad oggi sulle passerelle di New York e Londra. Fatta eccezione per alcuni outfit ton sur ton nelle nuance dell’arancione, viola melanzana e verde, nella collezione prevale la scelta del crema, del beige e del grigio. Ad ogni modo i toni non giocano nei look mostrati, che sfilano indiscutibilmente a tinta unita anche per gli accessori.

La collezione spring/summer 2014 di Max Mara presenta un fascino retrò con quell’assenza di volumi e giochi di forme, confermata dai foulard portati sul capo un po’ come facevano negli anni Sessanta Jacqueline Kennedy, Audrey Hepburn e Grace Kelly, anche questi rigorosamente in tinta unita e in coordinato con il resto del look. Le maniche sono a tre quarti, le gonne a tubo strette, le bluse hanno tagli geometrici e le cappe i cappucci; scolli semplici o a barca per i vestiti. È una business woman quella di Max Mara, che si districa tra i numerosi impegni in città e che per questo porta con sé l’inseparabile handbag in vernice con tracolla da portare unicamente a mano e in pandan con il resto dell’outfit. Sotto braccio una pochette per trucchi e documenti. Una donna minimal, sobria, che non ama orpelli e fronzoli e che per questo per la bella stagione sceglie pantaloni dal taglio maschile abbinati a giacche con taschino, tute squadrate total grey con maniche a tre quarti e orli sotto al ginocchio, longuette strette e lucide che non lasciano intravedere i fianchi cosicché la silhouette resti coperta da maxi cappe senza bottoni e con spacchi laterali che cadono morbide, abiti-mantello e kaftani con cappuccio. Una donna elegante, semplice, androgina ma comunque femminile, grazie agli abiti-sottoveste colorati con spalline sottilissime lunghi al ginocchio e con scollo a cuore geometrico, anche esse in pandan con gli accessori. Borse in vernice, occhiali in coordinato e dalle lenti chiare, calze e sandali a completare il look.

Una collezione semplice anche nel make-up e nelle acconciature: i capelli vengono portati sciolti con la riga in mezzo ma con un’impeccabile piega.

Quella proposta da Max Mara è una collezione spogliata di qualsiasi inserto, ma dai dettagli precisi e rigorosi.



Cos'è il drop nei vestiti
Abbigliamento

Cos’è il drop nei vestiti

Le borse più belle da sfoggiare nel 2020
Borse

Le borse più belle da sfoggiare nel 2020

Taglie anelli nei vari paesi come districarsi con le misure
Abbigliamento

Taglie anelli nei vari paesi: come districarsi con le misure

Guida alle taglie internazionali: le corrispondenze nell'abbigliamento
Abbigliamento

Guida alle taglie internazionali: le corrispondenze nell’abbigliamento

Taglie Mango: come vestono i capi d'abbigliamento
Abbigliamento

Taglie Mango: come vestono i capi d’abbigliamento

Taglie Moncler: come vestono i capi d'abbigliamento
Abbigliamento

Taglie Moncler: come vestono i capi d’abbigliamento

Tailleur pantalone: il trend di stagione
Abbigliamento

Tailleur pantalone: il trend di stagione

Taglie Asos: come vestono i capi d'abbigliamento
Abbigliamento

Taglie Asos: come vestono i capi d’abbigliamento

Le borse più belle da sfoggiare nel 2020
Borse

Le borse più belle da sfoggiare nel 2020

Curiose di sapere quali saranno le borse più belle da sfoggiare nel 2020? Sobrietà nella forma e nei colori regaleranno un’eleganza priva di eccessi e frivolezze.

Leggi di più