Calzedonia cambia nome: come si chiama adesso

07/12/2023

Calze, intimo, costumi da bagno. Calzedonia, il famoso marchio diffuso in tutta Italia e anche all’estero, ha annunciato una novità che ha sorpreso le sue clienti: dopo quasi 40 anni di storia, il gruppo ha deciso di cambiare nome. D’ora in poi si chiamerà Oniverse. Come mai? E cosa significa il nuovo nome?

Ecco perché Calzedonia cambia nome

Il gruppo Calzedonia è stato fondato nel 1986 da Sandro Veronesi. Oggi è una realtà internazionale che comprende diversi marchi, ognuno con la propria identità e il proprio target. Oltre a Calzedonia, il gruppo possiede Intimissimi, Tezenis, Falconeri, Atelier Emé, Signorvino, Antonio Marras e Cantiere del Pardo. Quest’ultimo è un produttore di yacht di lusso, acquisito dal gruppo nel 2023, che segna l’espansione di Veronesi in un settore diverso dalla moda.

Il cambio di nome riflette quindi il percorso di evoluzione e di crescita del gruppo, che oggi opera in diversi ambiti, dall’underwear alla nautica di lusso, passando per la moda e il wine. Il nuovo nome, Oniverse, è una personalizzazione della parola inglese Universe, che sta a indicare lo spazio, il tempo e i suoi contenuti. Inoltre, Oniverse è anche un anagramma del cognome Veronesi, a sottolineare il legame tra il fondatore e la sua creatura.


Leggi anche: Nomi maschili 2020: i più belli del momento

Cosa cambia per le clienti

Il cambio di nome del gruppo non comporta alcuna modifica per i marchi che lo compongono, che continueranno a mantenere la loro identità e la loro offerta. Le clienti di Calzedonia, quindi, non dovranno preoccuparsi di perdere il loro brand preferito di calze, intimo e beachwear, che rimarrà invariato nel nome, nel logo e nello stile.

Tuttavia, il cambio di nome del gruppo potrebbe essere un’occasione per scoprire gli altri marchi che fanno parte di Oniverse, e che offrono prodotti di qualità e di tendenza in diversi settori. Per esempio, le amanti della moda potrebbero apprezzare le collezioni di Antonio Marras, il celebre stilista sardo che propone abiti sofisticati e originali. Le appassionate di nautica, invece, potrebbero sognare di salire a bordo di uno degli yacht di lusso prodotti da Cantiere del Pardo, che uniscono design, prestazioni e comfort. Infine, le buongustaie potrebbero deliziarsi con i vini italiani selezionati da Signorvino, la catena di enoteche che offre anche piatti tipici e degustazioni.

Da Calzedonia a Oniverse

Il gruppo Oniverse nel 2022 ha raggiunto un fatturato di 3 miliardi di euro, con oltre 5.300 punti vendita monomarca in 56 Paesi. Si è anche aggiudicato il primo posto nella categoria fashion tra le aziende quotabili nel ranking 2023 di Pambianco, davanti ad Armani e Golden Goose.

Il cambio di nome del gruppo è un segno di vitalità e ambizione, che testimonia la volontà di continuare a innovare e a diversificare l’offerta, senza perdere di vista la qualità. Oniverse, infatti, nella mente del patron del gruppo non è solo un nome, ma anche una visione: quella di un universo in cui ogni donna può trovare il marchio che meglio rispecchia il suo stile e la sua personalità.

Foto copertina: Credit Calzedonia