Viaggio di nozze a Cuba

Cuba e il suo fascino caliente e decadente. Viaggio di nozze caraibico e speciale, tra mare e paesaggi cartolina.

Viaggio di nozze a Cuba: Havana
La splendida capitale cubana: Havana.

Le Bahamas, le Isole Cayman, Haiti e la Jamaica la stringono in un abbraccio. Lei è l’isola più grande dei Caraibi: Cuba.

Le spiagge bianche, i fondali ricchi, i paesaggi lussureggianti, i ritmi isolani, il grande fascino storico e culturale di un Paese, con i suoi otto siti Patrimonio Unesco e i cittadini più ospitali che ci siano, stringeranno in un abbraccio caloroso gli sposi: l’amore è ovunque, a Cuba.

Città

L’Avana

È la leggendaria capitale. Camminare a piedi nella Habana Veja è rimirare l’architettura coloniale, barocca decò è godere di un mondo a colori, blu, oro e verde stinti dalla salsedine, è riconoscere in questa bellezza vissuta un patrimonio dal valore inestimabile.

Tra le tappe d’obbligo: Plaza de Armas e i libri sulle bancarelle; il lungomare Malecón e i poetici spruzzi d’acqua di cui ascoltare il suono, questo speciale camminamento parte da Castillo de la Punta all’Habana Vieja e si allunga per 8 chilometri fino al castello Chorrea e la musica della notte cubana tutta da ballare.

Cienfuegos

Sulla costa meridionale della parte centrale di Cuba, la città conserva un’eleganza neoclassica dal gusto francese.

Trinidad

La città coloniale meglio conservata, completa di strade pavimentate e rejas, ossia le finestre con le grate. Queste finestre sono meglio di un info point: i passanti possono fermarsi e chiacchierare con le persone in casa, attraverso le finestre.

Santiago de Cuba

È la seconda città dopo L’Avana per dimensioni e influenza culturale. Si trova sulla costa sud-orientale dell’isola la città che incanta con le sue tradizioni afro-caraibiche, il famoso carnevale estivo, la vitale musica cubana.

Baracoa

In lingua indigena il nome di questa città significa “Luogo delle acque” per la sua vicinanza alle foci di diversi fiumi: Toa, Miel, Duaba, Yumuri. Baracoa è la città più antica di Cuba, rimase isolata fino alla costruzione della strada “la Farola” (primi anni ’60) che attraversa la folta foresta e separa Baracoa da Guantánamo.

Camaguey

È la terza città cubana, il suo centro storico è inserito tra i siti Patrimonio Unesco. Ci sono edifici per tanti stili architettonici: neoclassico, eclettico, Art déco, neocoloniale, Art Nouveau e razionalista.

9 cose da fare

  1. Lunghe passeggiate attraverso i meravigliosi paesaggi cubani. Un esempio? Le cime irregolari della Sierra Maestra a est, qui sono visibili i resti della Guerra d’Indipendenza e della Rivoluzione.
  2. Il Malecòn (lungomare) a bordo di auto vintage. Tra Chevys, DeSotos, Studebakers, Willys e Nashs, tutte amorevolmente restaurate, c’è l’imbarazzo della scelta!
  3. Lentamente in bici per gustare ogni dettaglio. Attraversare i campi del famoso tabacco verde, immergersi nel paesaggio di Pinar del Río, fermandosi a guardare scene da cowboy (guajiros).
  4. A cavallo. Partendo da Trinidad fino alla Valle de los Ingenios, con i suoi mulini da zucchero del XIX secolo, e al trotto verso le Montagne di Escambray, belle da togliere il fiato.
  5. Soggiorno nelle case particular. Il vero contatto con la gente del posto avviene così: le case particular sono le case dei locali, hanno l’aria condizionata e il bagno in camera (cercando bene), c’è la possibilità di cenare in casa a 10 euro.
  6. Alma de Cuba: la musica. Non c’è un angolo vuoto, la musica risuona e riempie. Per imparare a ballare la salsa c’è maestra Linda, alla Casa della Cultura di Trinidad; per imparare a suonare le percussioni afro cubane c’è Alain in zona Playa a Miramar dell’Avana.
  7. Carnevale estivo. Nella settimana che precede il 26 di luglio, a Santiago de Cuba è tempo di Carnevale: le congas sfilano e fanno festa.
  8. Il mare e la playa. Per citare le spiagge più famose: Varadero, Cayo largo, Cayo Gullielmo, Maria la Gorda, playa Esmaralda, Playa Guardalavaca, Cayo Saetia, Cayo Coco, Cayo Gullielmo, Santa Clara, Remedios, Cayo Levisa e Cayo Jutias a Pinar del Rio.
  9. Le fabbriche di tabacco: valle di Vinales.

Quando andare

La stagione calda a Cuba va da maggio ad ottobre, in questi mesi sono possibili piogge, ma di breve durata ed intensità. I mesi da novembre a marzo sono quelli maggiormente consigliati per visitare l’isola, in questo periodo, infatti, il clima tropicale ha temperature tra i 26°C e i 32°C.

Sono invece da evitare i mesi di settembre e ottobre, causa possibili uragani. Nei mesi di luglio e agosto, le spiagge sono super affollate (è il periodo di ferie dei cubani), in compenso si può conoscere la vera realtà cubana, dalle feste all’aperto all’anniversario della rivoluzione del 26 luglio.

Per essere alla moda anche nelle magnifiche spiagge caraibiche scopri i costumi più trendy della stagione.


Vedi altri articoli su: Viaggio di nozze |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *