Rito della luce al matrimonio: che cosa è e perché sceglierlo

31/01/2024

Il matrimonio è un momento speciale nella vita di ogni coppia, che richiede una cura particolare nella scelta di ogni dettaglio. Tra le tendenze più in voga negli ultimi anni, c’è quella del rito della luce, una cerimonia simbolica che celebra l’unione tra due anime attraverso il fascino della fiamma.

Che cosa è il rito della luce

Il rito della luce è una variante del più noto rito della sabbia, in cui gli sposi versano in un contenitore comune della sabbia di diversi colori, rappresentando la loro unione e la loro diversità. Nel rito della luce, invece, gli sposi accendono insieme una candela centrale, partendo da due candele più piccole che simboleggiano le loro vite individuali. La fiamma che si crea è il simbolo del loro amore, che brilla di luce propria e che illumina il loro cammino.

Perché sceglierlo

Il rito della luce è una scelta romantica e suggestiva, che dona al matrimonio un tocco di magia e di intimità. È una cerimonia adatta a tutti i tipi di matrimoni, sia religiosi che civili, e può essere personalizzata in base ai gusti e alle esigenze degli sposi.

Ad esempio, si può scegliere il colore, la forma e il profumo delle candele, oppure si possono aggiungere delle frasi, delle poesie o delle canzoni che esprimono i sentimenti degli sposi. Inoltre, il rito della luce è perfetto per le coppie che vogliono coinvolgere i loro familiari e i loro amici nel loro giorno speciale, invitandoli ad accendere delle candele a loro volta, creando un’atmosfera calda e accogliente.


Leggi anche: Riti simbolici matrimonio, quali sono?

Come organizzare il rito della luce

Bisogna innanzitutto scegliere il momento e il luogo in cui svolgerlo. Si può optare per farlo prima o dopo lo scambio delle fedi, oppure in un momento a parte, magari durante il ricevimento. Se si decide di farlo durante la cerimonia, è necessario ovviamente avvisare prima il celebrante.

Il luogo ideale è quello che offre una buona visibilità e una certa tranquillità, come un altare, un tavolo o un angolo apposito. Poi, bisogna procurarsi le candele necessarie, che devono essere di qualità e sicure, e disporle in modo armonioso e stabile.

Infine, se non lo si fa durante la cerimonia religiosa o civile, bisogna decidere se affidarsi a un maestro di cerimonie, che guiderà il rito con delle parole appropriate, o se preferire un rito più semplice e spontaneo, in cui gli sposi si scambiano delle frasi d’amore. In ogni caso, il rito della luce deve essere preparato con cura e con amore, per renderlo un momento indimenticabile e significativo.

Foto copertina: Credit Unsplash