Preparativi di nozze: quando lui e lei non sono d’accordo

Qualche consiglio per quando i futuri sposi sono ai ferri corti durante i preparativi per il matrimonio

coppia arrabbiata
Troppo battaglie sul campo dei preparativi del matrimonio? Ecco qualche suggerimento per gli sposi

Dedicarsi all’organizzazione del proprio matrimonio non è cosa semplice. Spesso le innumerevoli questioni da gestire e le scelte da compiere possono essere fonte di dissidi tra i futuri sposi trasformando i preparativi in una vera battaglia. Ma con un po’ di pazienza e condiscendenza e mettendo da parte egoismi e prepotenze, si possono risolvere molti problemi.

sposi_timeline
Futuri sposi alle prese con l'organizzazione delle nozze

Dividersi compiti e responsabilità

Intesa e complicità dovrebbero essere gli ingredienti principali quando ci si appresta a organizzare il proprio matrimonio in compagnia della dolce metà. Ma non sempre è così. Capita a tutte le migliori coppie di trovarsi in disaccordo sulla lista degli invitati o sulla scelta della location o, ancora, sul tipo di ricevimento, a meno che lui e lei non siano l’uno lo specchio dell’altra (circostanza rarissima!) o che uno dei due lasci all’altro totale libertà di scelta e carta bianca su tutto (ma poi che gusto c’è nel fare tutto da soli?). Come evitare dunque che questa fase organizzativa diventi un continuo battibecco con il/la futuro/a consorte?
Per le questioni più pratiche, la soluzione ideale potrebbe essere quella di suddividersi in partenza compiti e responsabilità nel momento in cui si programma il calendario dei preparativi del matrimonio, in base alle proprie attitudini e anche al tempo di cui si dispone. È giusto e bello che alcune mansioni vengano svolte assieme, come visitare le potenziali location o provare i diversi catering, così da compiere la scelta di comune accordo; di altre invece potrà occuparsi soltanto uno dei due. Lei, per esempio, potrà pensare alla scelta dei fiori e degli allestimenti, alle partecipazioni e alle bomboniere, mentre al futuro sposo potrà toccare la scelta dell’auto, del fotografo, degli eventuali musicisti. In tal modo, l’organizzazione sarà meno faticosa per entrambi e ciascuno potrà affrontare nella giusta misura doveri e piaceri.

Idee e dettagli per richiamere il tema dell'amore negli allestimenti

Chiudere un occhio e bandire interferenze

E se la scelta dell’altro proprio non vi piace? Se al posto di quel costoso cadeau preferite una bomboniera solidale? Se troppi fiori vi sembrano un incauto investimento o, al contrario, pochi fiori non bastano a creare quell’atmosfera da favola che sognate? In tal caso bisognerà trovare un giusto compromesso, incontrarvi a metà strada, insomma. D’altronde, anche l’organizzazione del proprio matrimonio è un test d’amore! Se saprete chiudere un occhio su certi aspetti, pensando non solo alla vostra felicità e soddisfazione ma anche all’altra persona, significherà che siete davvero pronti per questo grande passo. In ogni caso, attenzione alla possibilità che si insinui lo zampino di terze persone (i suoceri, per esempio?) a complicare ulteriormente le cose. Un consiglio è sempre ben accetto, ma intromissioni indesiderate – “perché non inviti quel tale?” o simili – dovranno essere tenute a debita distanza da entrambi i futuri sposi, utilizzando le armi della gentilezza e della sincerità, onde evitare ulteriori malumori.

Chiedere consiglio e supporto

Se, invece, alcuni problemi sono proprio insormontabili, forse è il caso che riconsideriate tutta la faccenda. Alt però! Non siate avventati e non permettete all’ansia di rovinare tutto. Leggete i nostri consigli per nozze impeccabili ma, se siete in alto mare un’ alternativa efficace potrebbe essere quella di affidarvi al giudizio di una terza persona fidata, di un caro amico comune che sappia darvi consigli imparziali e disinteressati. Magari un problema che per voi può sembrare gigante, visto da un altro punto di vista può risolversi invece facilmente. Oppure potrete sempre valutare la possibilità di rivolgervi a un esperto, anche solo per gli allestimenti o per l’intermediazione con i fornitori. Contando sull’esperienza di un wedding planner, per esempio, molte questioni risulteranno più facili e voi vi sentirete più tranquilli e in buone mani, delegando le incombenze. Certo, non potrà eliminare del tutto le divergenze, ma almeno vi sarà d’aiuto nel trovare la soluzione più indicata in base ai vostri rispettivi gusti ed esigenze.


Vedi altri articoli su: Ricevimento matrimonio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *