Abiti da sposa usati: sì o no?

Ecco in quali casi, e se il budget lo richiede, è possibile riutilizzare un abito da sposa usato.

abiti usati

Quasi un anno prima delle nozze ci si affanna per la sua ricerca. Ci hanno insegnato che è lui, insieme alla sposa, il protagonista delle nozze. Non parliamo del futuro sposo (anche perché cercarlo un anno prima potrebbe non garantire la riuscita del matrimonio…), ma dell’abito nuziale!

Si cerca in internet, tra le ultime proposte degli stilisti di grido, si prendono appuntamenti in atelier di pregio ma, a volte, non si trova esattamente quello che si stava cercando. Ed ecco che nasce l’idea di utilizzare un abito già usato. Ed ecco qui che cominciano i dubbi: si può usare un abito già usato? Ecco qualche utile spunto su cui riflettere.

Abito di famiglia rigenerato

Uno dei casi più frequenti per il quale ci si imbatte in questo dilemma.  Si apre l’armadio di mamma o di nonna e si vede lì, piegata, della stoffa e del pizzo fare capolino e sussurrare timidamente “prendimi!”. Innanzitutto l’abito va ovviamente provato. Come vi fa sentire? Bene? Allora perché non riutilizzarlo!? Se ne fate un problema di bon ton, ecco, il problema non esiste! Potrà essere quel qualcosa di prestato, o regalato, per di più da una persona cara! Fino a qualche anno fa tramandare l’abito era una vera e propria tradizione ormai passata di moda, ma se l’abito è in buono stato, nessuno vi impedisce di utilizzarlo nuovamente.

Verificate invece che sia un abito che vi rappresenti, che vi valorizzi e che non abbia magari macchie difficili da togliere o strappi che non è possibile riparare. Una buona idea è quella di rigenerarlo un po’, per donargli un’aria nuova e personale.  Affidatevi a una buona sarta e personalizzate l’abito per renderlo attuale. Non con tutti gli abiti è possibile fare miracoli, ma qualche dettaglio o qualche modifica, potrà dare nuova vita all’abito rendendovi comunque uniche e bellissime.

Abito prestato

Non è un caso frequente ma può capitare che una cognata o una cara amica ci tenga a prestarvi l’abito. La questione è delicata. Sicuramente è un bel gesto, che vi farebbe risparmiare anche bei soldini, ma bisogna chiedersi se:

– avete la stessa fisicità della vostra amica? In ogni caso saranno d’obbligo delle modifiche all’abito. Secondo quesito è invece: sentireste vostro comunque quell’abito, anche se indossato da una persona a voi vicina?

Abito usato per le sfilate

Diverso invece è acquistare un abito usato sì, ma in occasione di sfilate o per esposizione. In tal caso si potrebbe risparmiare anche una cifra notevole, rispetto lo stesso modello preso in atelier e, probabilmente, non serviranno neanche grandi modifiche. Basterà un lavaggio in lavanderia e sarà come nuovo.

Abito usato per un’altra occasione

Un’occasione invece che potrebbe capitare è quella di avere un abito, a voi caro, che magari avete fatto confezionare su misura, e che volete assolutamente indossare al vostro matrimonio. In tal caso il dubbio se sia una scelta appropriata o meno è legittima. Sicuramente tutti vorranno vedervi in bianco, o perlomeno si aspettano che li stupiate con un abito differente dal solito.  Riutilizzare un vostro abito è una scelta possibile, noi però vi suggeriamo di pensare che quello sarà il Vostro giorno, unico e inimitabile, quindi prevedete di rendere l’abito speciale, con dei dettagli nuovi, o di un nuovo colore.

Se è una questione di risparmio però, attenzione, che a furia di fare modifiche o aggiungere dettagli, non è detto che a conti fatti risparmiereste o, peggio ancora, potrebbe capitare di non realizzare un risultato raffinato!


Vedi altri articoli su: Abiti da sposa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *