Pidocchi nei bambini: quali misure adottare?

La pediculosi è un'infestazione molto comune tra i bambini in età scolare. Cosa fare per una rimozione sicura dei pidocchi?

Pidocchi nei bambini: come eliminarli?
Pidocchi nei bambini: come eliminarli?

I pidocchi sono parassiti di dimensioni ridotte e di colore bianco-grigiastro che vivono sull’uomo.

Nonostante ne esistano di vario tipo, la specie più comune è il Pediculus capitis, il pidocchio della testa responsabile di fastidiose pediculosi. Questi piccoli parassiti depongono le uova attaccandole al fusto dei capelli o dei peli e da qui si muovono grazie alle loro zampette uncinate.

Nelle scuole dove il contatto tra bambini ed adulti è stretto, i pidocchi trovano terreno fertile e così le famiglie si trovano alle prese con pettini, lozioni e un antipatico prurito.

Alcune informazioni utili

Sulla pediculosi negli anni ne sono state dette tante e per questo è bene sfatarne alcuni miti.

Prima di tutto non c’è alcuna correlazione tra scarsa igiene e proliferazione di pidocchi: la trasmissione avviene per contatto diretto con persone già infestate oppure attraverso lo scambio di indumenti e suppellettili contaminati.

Generalmente i capelli lunghi sono la vittima prescelta di questi parassiti che possono sopravvivere circa un mese. Le zone più interessate della testa sono la nuca e le aree dietro le orecchie dove ci sono più calore ed umidità: in queste zone vengono depositate le uova (lendini) che assomigliano a granelli di forfora e non sono di facile rimozione.

Che fare in caso di pediculosi?

1. Lavare tutti gli indumenti e oggetti di uso quotidiano venuti in contatto con il bambino colpito da pediculosi, a temperature elevate (almeno 60°) in modo da rimuovere i pidocchi o le lendini.

2. Usare il classico pettine di metallo a denti fitti per una rimozione meccanica del problema. Per la buona riuscita della procedura è bene pettinare i capelli per un periodo di tempo prolungato e più volte al giorno.

3. Risciacquare i capelli a fine lavaggio con dell’aceto diluito in acqua.

4. Applicare sul cuoio capelluto soprattutto sulle zone sopraindicate del Tea Tree Oil, un olio dall’odore penetrante ma efficacissimo per l’eliminazione del problema.

5. Utilizzare prodotti specifici per il trattamento di questa infestazione che si possono facilmente reperire in farmacia e che includono balsamo, schiuma e shampoo.

Questi sono alcune delle strategie che potrete adottare nel caso in cui vi troviate di fronte ad un caso di pediculosi.

Dato che non esiste una prassi preventiva, controllate sempre con accuratezza la testa dei vostri bambini in modo da tenere sotto controllo eventuali infestazioni o l’insorgere di sospettosi pruriti.


Vedi altri articoli su: Asilo e Scuola | Consigli per mamme |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *