Nataieri e Ihappy,per condividere anche in rete la felicità di essere genitori

Arrivano da Chicco due nuovi strumenti di condivisione e dialogo, dedicati a mamme e papà che possono così confrontarsi anche nel mondo virtuale.

 

Se un tempo le mamme si confrontavano ai giardinetti sulle problematiche quotidiane dei loro pargoletti, dallo svezzamento al pannolino, dalle malattie infettive ai problemi comportamentali, oggi il confronto, da reale che era, sta diventando sempre più virtuale.

Ormai la rete è entrata prepotentemente a fare parte della nostra vita, e sono sempre di più i genitori che cercano on line partecipazione e dialogo sui temi più diversi, e  molti di loro utilizzano gli spazi internet per condividere le proprie esperienze e i propri momenti felici.

Proprio da questa idea di condivisione della felicità è nata l’idea di creare un contesto che si faccia promotore di questi momenti: il primo dentino,  il primo passo, la prima parola, tutto diventa motivo di gioia e di orgoglio da spartire con gli altri genitori che stanno vivendo le medesime esperienze.

A pensarci è stata chicco, azienda leader nel mercato dell’infanzia,  che ha presentato il primo crowsourcing (letteralmente folla radunata) rivolto ai genitori, uno spazio creato come un social network dove confrontarsi, raccontando la propria quotidianità, sotto la guida di una moderatrice di volta in volta creatrice di nuovi spunti e nuove discussioni.

Prende così il via, dopo una fase pilota durata quattro mesi che ha coinvolto cinquanta mamme, il progetto “Nataieri”: per la prima volta un modello di scambio e incontro viene applicato al mondo delle mamme e dei papà.

Iscrivendosi, sarà possibile navigare la piattaforma ed entrare a far parte della community.

Accanto a questa iniziativa arriva anche IHappy, la nuova app gratuita  per iphone, ipad ed android che darà modo ai genitori di condividere in rete i propri momenti più belli, attraverso la pubblicazione di foto e la geolocalizzazione della propria posizione.

L’accesso si fa attraverso il proprio profilo facebook , una volta effettuato sarà tutto possibile costruire il proprio diario personale sul quale annotare tutti i momenti più importanti

Due nuovi strumenti che consentiranno all’azienda di avere un contatto diretto e immediato con i genitori che in questo modo avranno modo di spiegare chiaramente quello di cui hanno bisogno.

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Gravidanza

Rimanere incinta a 40 anni, i consigli

Asilo e Scuola

Micro nido e scuola dell’infanzia bilingue Green Dadà

scuola e famiglia, il patto educativo
Asilo e Scuola

Genitori e scuola: la corresponsabilità educativa

I colori ideali per vestire i bambini
Moda Bimbi

I colori ideali per vestire i bambini

Moda Bimbi

Vestire sportivo bambino: tutti i consigli più trendy

Secondo figlio: come comportarsi con il primo
Consigli per mamme

Secondo figlio: come comportarsi con il primo

Festa dei nonni lavoretti
Giochi per bambini

Festa dei nonni lavoretti

Quando indossare il primo reggiseno per ragazze
Moda Bimbi

Quando indossare il primo reggiseno per ragazze

Gravidanza

Rimanere incinta a 40 anni, i consigli

Nonostante sia risaputo che la fertilità cali con l’avanzare dell’età, sono sempre di più le donne che, per scelta o per caso, decidono di diventare mamme a 40 anni. Ma quali sono i consigli per rimanere incinta a 40 anni?

Leggi di più