I nonni e i nipoti

Non esiste al mondo figura più bella, rassicurante e preziosa dei nonni. Saggi, pieni di preziosi consigli e racconti d'altri tempi, riescono con la loro tranquillità e serenità a far passare memorabili pomeriggi ai loro nipoti

nonno

Un rapporto educativo

Ninne nanne all’insegna di racconti strabilianti.

Pomeriggi ad ascoltare le tristi storie della seconda guerra mondiale, e rivivere, attraverso i loro racconti, quegli anni di triste povertà.

Immergere le mani nella farina e uova, solo per amore di sporcarci un po’ e non sentire i rimproveri della mamma, ma guardare il viso della nonna e capire nei suoi occhi la ricca gioia di farci fare.

Ecco cosa sono stati, cosa sono e cosa saranno, i nonni di ieri, di oggi e di domani. Dei compagni di giochi e d’avventura, complici dei nipoti al 100% e permissivi oltre i limiti.

Nonostante sia stata ormai declassata la figura della nonna dai capelli bianchi, che passa le ore a lavorare a maglia, o il nonno anche lui brizzolato che passa i pomeriggi all’insegna delle riparazioni domestiche, il ruolo dei nonni continua ad essere un tassello importante della vita di ognuno di noi che non può non essere vissuto e ridarci indietro bellissimi ricordi. È vero che i nonni di oggi sono sessantenni con lo spirito e l’animo di un quarantenne, ma l’arrivo di un nipotino ha comunque sempre lo stesso effetto su ognuno di loro.

Ma qual è il ruolo dei nonni oggi?

Sebbene la società si vada riorganizzando con ritmi sempre più veloci, il ruolo dei nonni è cambiato drasticamente proprio negli ultimi anni.

In passato si preferiva lasciare i figli alle scuole private, nonostante i nonni fossero disponibili, semplicemente per non arrecare loro troppo peso o troppe responsabilità, ma oggi, a causa delle vicissitudini della vita, si stano compiendo dei passi indietro e rivalutando il ruolo dei nonni.

Gli asili sono sempre dei posti sconosciuti e, pur riponendo tutte le buone intenzioni e la fiducia necessaria, con i bambini molto piccoli è sempre difficile capire cosa succede realmente; è proprio per questo motivo che le mamme d’oggi preferiscono affidare le cure dei propri bambini ai nonni, principalmente nella fascia d’età 0-3 anni.

Qual è la loro “marcia in più”?

nonno mani
Ebbene sì! Non lo ammetteremo mai, “noi genitori”, che i nonni hanno qualcosa in più: il tempo, anche se in realtà, sembra quasi un paradosso.

I nonni sono essenzialmente liberi e lontani dalle responsabilità che invece ricadono su noi genitori. Spesso un semplice gioco ci sembra una perdita di tempo e tendiamo a dargli un’impronta più educativa. Con i nonni invece non è e non sarà mai così, perché la loro disponibilità e propensione all’ascolto fa di loro i migliori compagni di gioco al mondo. Quante volte vediamo i nonni intenti a buttarsi a terra e farsi fare dai nipoti tutte le marachelle più impensabili, che con noi, invece,  in veste di genitori non facevano?

Un giorno (si spera) saremo anche noi dei “nonni”, e come spesso si sente dire da chi nonno lo è già diventato, rivivremo l’esperienza di essere genitori in modo più consapevole e con minore preoccupazione.

Il 2 ottobre si festeggia la “Festa dei nonni”. Quale sorpresa carina avete preparato insieme ai vostri bambini?


Vedi altri articoli su: Feste e ricorrenze | Giochi per bambini |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *