Rimanere incinta a 40 anni, i consigli

Nonostante sia risaputo che la fertilità cali con l’avanzare dell’età, sono sempre di più le donne che, per scelta o per caso, decidono di diventare mamme a 40 anni. Ma quali sono i consigli per rimanere incinta a 40 anni?

Se fino ad una decina di anni fa rimanere incinta a 40 anni era piuttosto inusuale oggi, grazie all’evoluzione della medicina e delle ricerche, una donna può diventare madre e vivere la straordinaria esperienza della maternità anche a 40 anni. Tuttavia una gravidanza a questa età non deve spaventare e deve emozionare come ad ogni età, ma si sa che comporta qualche rischio in più, perciò è bene seguire alcuni preziosi consigli, essere ben informate e cercare la giusta assistenza.

Il medico

A 40 anni, la maternità ha bisogno di essere seguita da vicino per tenere in considerazione i fattori di rischio legati all’età. Per una gravidanza in età matura, è di vitale importanza far visita al proprio medico di base/ginecologo per una consulenza preconcezionale prima di rimanere incinta, farsi consigliare sul percorso da intraprendere per prepararsi alla gravidanza, valutare l’utilità di alcuni esami diagnostici generali e valutare lo stato di salute.
Quando poi si rimane incinta superati i 35 anni, per avere la certezza che il nascituro sia sano è indispensabile la diagnosi prenatale.
Tra i test disponibili ci sono la villocentesi o l’amniocentesi, il tri-test o la traslucenza nucale e in ogni caso la scelta va fatta assieme al proprio ginecologo.

La dieta

L’alimentazione è importantissima per le nostre vite, soprattutto quando si cerca una gravidanza superati i 35. Per aumentare le possibilità di concepire un bambino, è consigliato mangiare in modo equilibrato e sano. Si consiglia di privilegiare frutta e verdure, cibi con alto contenuto di calcio, di acido folico, zinco, vitamina C e B6 ed evitando magari troppo zuccheri, cibi eccessivamente grassi e di bere alcolici. Anche l’idratazione è importantissima e particolarmente utile prima e durante la gravidanza.

Il riposo

Anche il giusto riposo aiuta la fertilità. Per una donna quarantenne che desidera rimanere incinta dormire almeno 8 ore a notte in una stanza buia gioca un ruolo fondamentale. L’organismo riesce a produrre più melatonina, ormone che ha anche il compito di proteggere le ovaie dallo stress ossidativo causato dai radicali liberi.

Lo stress

Se decidete di avere una gravidanza a 40 anni dovete liberarvi dello stress. L’impatto dello stress sulla salute riproduttiva può rappresentare un fattore critico, tanto da impedire l’ovulazione e modificare i livelli ormonali.

L’attività fisica

L’attività fisica fa bene alla salute e serve a mantenersi in forma ad ogni età. Ma lo sport è anche alleato della fertilità e un valido aiuto per rimanere incinta. Senza esagerare e dopo aver consultato il proprio medico, per realizzare il desiderio di avere un figlio a 40 anni è consigliato fare un po’ di movimento. Basta una leggera attività motoria come camminare, salire e scendere le scale, muoversi in casa.



Servizio fotografico gravidanza, cos'è e quanto costa
Gravidanza

Servizio fotografico in gravidanza, cos’è e quanto costa

Contrazioni, come riconoscerle e durata
Gravidanza

Contrazioni, come riconoscerle e durata   

Disegni pancia gravidanza maschietto
Gravidanza

Disegni pancia gravidanza: bimba, maschio e fai da te     

False mestruazioni in gravidanza, cosa sono e come comportarsi
Gravidanza

False mestruazioni in gravidanza, cosa sono e come comportarsi

Gravidanza e Covid, come affrontare al meglio questo periodo
Gravidanza

Gravidanza e Covid, come affrontare al meglio questo periodo

Connettivite indifferenziata e gravidanza, sintomi e cura
Gravidanza

Connettivite indifferenziata e gravidanza, sintomi e cura

Tacchi alti in gravidanza, meglio evitarli
Gravidanza

Tacchi alti in gravidanza, meglio evitarli?   

Rapporti sessuali in gravidanza, tutto quello che occorre sapere
Gravidanza

Rapporti sessuali in gravidanza, le cose da sapere

Consulente del sonno infantile, chi è e come lavora
Consigli per mamme

Consulente del sonno infantile, chi è e come lavora

Bambini piccoli e notti insonni? Il consulente del sonno aiuta e sostiene le famiglie nella correzione di abitudini scorrette e nemiche del sonno.

Leggi di più