Prima volta dei bambini sugli sci, come comportarsi
Consigli per mamme

Prima volta dei bambini sugli sci, come comportarsi

Sciare è divertentissimo per i bambini, ma occorre avvicinarli a questo sport con i giusti tempi e modi affinché imparare diventi un’emozionante avventura.

Lo sci è uno sport particolarmente amato dai bambini: è infatti adatto sia ai maschi che alle femmine e permette di stare all’aria aperta in luoghi meravigliosi. È un’attività che invita a socializzare con i coetanei e che permette di trascorrere dei bei momenti in famiglia. Occorrono indubbiamente tempo e pazienza per iniziare ad affrontare le prime discese con una buona dose di sicurezza, ma una volta apprese le tecniche di base il divertimento è davvero assicurato. Ma quando è il momento giusto per iniziare? È meglio scegliere un corso collettivo o delle lezioni individuali? Qual è l’attrezzatura giusta? Ecco alcuni consigli utili affinché l’apprendimento di questo straordinario sport si trasformi in un’attività divertente per tutta la famiglia.

L’età giusta per iniziare

Non esiste un’età ideale per iniziare a muovere i primi passi sugli sci: molto dipende infatti dalla volontà del bambino ad imparare, dalla corporatura e dalla struttura fisica. Importante è soprattutto valutare obiettivamente il grado di coordinazione motoria, la capacità di stare in equilibrio e l’abilità di spostare il peso da una gamba all’altra. Non da ultimo, essenziale è la disponibilità dei genitori ad avvicinare il bambino allo sci senza forzarlo. Scegliere il momento giusto per cominciare è fondamentale: solo così infatti i bambini potranno innamorarsi di questo sport. Genitori e maestri li aiuteranno a non scoraggiarsi di fronte alle inevitabili difficoltà degli inizi.

Un bambino di tre anni può inizialmente avvicinarsi al mondo della neve anche solamente tenendo gli sci ai piedi per una decina di minuti. Familiarizzerà così con l’attrezzatura e con la sensazione di scivolare sugli sci, prima di iniziare con vere e proprie lezioni. Solitamente si consiglia però di attendere che il bambino abbia 4 anni, considerati l’età perfetta per iniziare.

Naturalmente è possibile aspettare qualche anno prima di approcciare un corso vero e proprio: accade però spesso che un bambino più grandicello sia restio a frequentare corsi di bambini principianti molto più piccoli di lui. Per quanto riguarda lo snowboard, invece, meglio aspettare almeno gli 8 anni di età, poiché necessita di maggior coordinazione.

Lezioni individuali o corso collettivo?

Occorre considerare molteplici fattori nello scegliere la tipologia di corso – individuale o collettivo – migliore per i bambini. Nel caso di bimbi molto piccoli, che richiedono quindi maggiori attenzioni, sono consigliabili delle lezioni individuali che tengano conto delle caratteristiche specifiche del bambino. Anche se il tempo è limitato è meglio scegliere un maestro privato, per un apprendimento più rapido.

Il corso collettivo è indubbiamente più stimolante per i bambini, perché permette loro di divertirsi coi coetanei imparando a sciare. I bambini non devono però apprendere solo la tecnica per affrontare una discesa sugli sci: devono anche anche imparare l’educazione sulle piste ed il rispetto per gli altri. Se di norma si va a sciare una sola volta all’anno, infine, è consigliabile prendere qualche lezione nel primo giorno della settimana bianca, per richiamare le tecniche già apprese.

L’emozione della prima discesa

Durante le prime lezioni i bambini inizieranno a familiarizzare con l’attrezzatura sciistica e ad affrontare le prime brevi discese a spazzaneve. Impareranno poi le curve di base ed a fermarsi in modo autonomo su un terreno pianeggiante.

Imparare a sciare richiede tempo e pazienza, ma generalmente i bambini iniziano a sentirsi abbastanza sicuri sugli sci dopo 3- 4 giorni di lezioni di 3 ore ciascuna. Possono a questo punto effettuare le curve parallele ed affrontare le prime piste rosse, pronti per sciare con mamma e papà.

Sciare con i genitori

Spesso sono i genitori a voler insegnare al loro bimbo a sciare in prima persona: nonostante l’entusiasmo è però consigliabile affidarsi a maestri specializzati, che possano meglio avvicinare il bambino allo sci. I genitori sono infatti in grado di garantire ai propri figli un corretto apprendimento delle tecniche solo se sono provetti sciatori dotati di infinita pazienza. Insegnare ai bambini non è semplice: i maestri sanno esattamente come soddisfare le loro esigenze, stimolarli adeguatamente e mantenerne alta la motivazione. Dopo qualche giornata di lezioni la maggior parte dei bambini è in grado di affrontare le piste più facili e saranno molto orgogliosi di mostrare ai genitori quanto hanno imparato.

Dove è meglio iniziare

Per affrontare le prime esperienze sugli sci è importantissimo scegliere la stazione sciistica adatta: alcune sono infatti pensate proprio per le famiglie con bambini principianti. Occorre prediligere anzitutto una località con aree di allenamento e piste facili e facilmente raggiungibili. La vicinanza agli impianti di risalita permetterà infatti ai bambini di non stancarsi ancora prima di aver messo gli sci ai piedi. Meglio scegliere località family friendly, con pendenze dolci e tracciati poco impegnativi, preferibilmente molto soleggiate.

In alcune località sono anche presenti delle apposite aree dedicate al divertimento dei bambini, che potranno così imparare le tecniche base con un approccio ludico e giocoso. Tappeti magici e figure colorate diventano dei veri e propri parchi gioco dove i bambini possono divertirsi ed iniziare a sciare, sempre seguiti da professionisti.

Nelle stazioni sciistiche più attente ai bambini si trovano anche dei kindergarten per trascorrere momenti divertenti dopo le lezioni di sci, con scivoli, ciambelle, tunnel di ghiaccio e trampolini elastici.

Che attrezzatura scegliere

L’acquisto dell’attrezzatura per sciare può essere molto costoso, soprattutto all’inizio. È spesso vantaggioso noleggiare le attrezzature presso le località sciistiche, soprattutto quando non si è sicuri che ai bambini piacerà sciare.

Per il primo periodo di apprendimento gli sci devono essere almeno 10 cm più corti dell’altezza del bambino. Diventeranno poi della stessa altezza negli anni successivi, man mano che l’abilità progredisce. Gli attacchi devono essere adatti al peso e ben regolati e gli scarponi un pochino abbondanti rispetto al piede. Giacca e pantaloni caldi ed impermeabili sono decisamente più pratici e sono da preferire alla tuta intera. Anche i guanti devono essere impermeabili, preferibilmente muffole che possono essere indossate meglio. Il casco, che deve adattarsi perfettamente al bambino, è obbligatorio fino ai 14 anni. Infine, meglio scegliere una maschera con lenti di plastica ed elastico.

Le loro prime esperienze sulla neve rimarranno dei ricordi indelebili sia per i bambini che per i genitori: chissà che qualche piccolo sciatore in erba non diventi poi un futuro campione!



Calza della Befana personalizzata, alcune idee
Consigli per mamme

Calza della Befana personalizzata, alcune idee

Come crescere bambini felici le frasi da non dire mai
Consigli per mamme

Come crescere bambini felici: le frasi da non dire mai

Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?
Consigli per mamme

Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?

Secondo figlio: come comportarsi con il primo
Consigli per mamme

Secondo figlio: come comportarsi con il primo

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli
Consigli per mamme

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli

Come aiutare i bambini nei compiti
Consigli per mamme

Come aiutare i bambini nei compiti

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia
Consigli per mamme

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia

Perché è importante che i bambini vadano a letto presto
Consigli per mamme

Perché è importante che i bambini vadano a letto presto

Lavoretti con cotton fioc: idee di riciclo creativo
Giochi per bambini

Lavoretti con cotton fioc: idee di riciclo creativo

Se fuori piove come intrattenere i bambini in casa? Scatenate la fantasia e la creatività con queste idee di riciclo creativo con i cotton fioc.

Leggi di più