zenzero

Lo zenzero: proprietà e usi in cucina

I mille usi e le mille proprietà benefiche di una spezia sempre più apprezzata in cucina e nelle diete, per le sue qualità nutrizionali e per il suo profumo fresco

Lo zenzero deriva dalla pianta perenne dello Zingiber Officinalis, la parte utilizzata per il consumo umano è il rizoma, viene coltivata in particolar modo nei paesi tropicali, ma può crescere anche in alcune zone dal clima temperato. Era conosciuta dai Greci e Romani che importavano i rizomi già 2.000 anni fa. Verso la fine del XIII secolo lo zenzero ebbe una grande diffusione nell’Europa, veniva ricercato per le sue proprietà afrodisiache. Il rizoma, o radice, ha un sapore piccante, viene utilizzata spesso in cucina.

zenzero con centrifugato
lo zenzero è ideale nei centrifugati di frutta e verdura fresca
Lo zenzero fresco è utilizzato in particolare nelle cucine asiatiche per aromatizzare alimenti sia dolci che salati: salse, carni, pesce, marmellate. In Giappone, per accompagnare il sushi e il sashimi viene utilizzato lo zenzero marinato. In Occidente viene utilizzato lo zenzero in polvere per aromatizzare, biscotti, dolci, pane con le spezie; è ottimo anche aggiunto in parti piccole a centrifugati e succhi freschi. Dai rizomi si estrae l’olio essenziale il quale viene impiegato per la produzione di birre e bevande gassate. Lo Zenzero può essere utilizzato sui cibi prima di essere serviti, affettato o grattugiato. Nei paesi arabi, ma anche in Giappone, le donne preparano dolci con il miele e zenzero per stimolare l’intraprendenza dei mariti. Lo zenzero macinato fa parte della composizione del curry.

Fresco, una volta acquistato, si può conservare in frigorifero per 2-3 settimane; bisogna sbucciarlo solo quando lo si usa; è possibile congelarlo in modo che si possa conservare per più tempo. In 2 grammi di zenzero troviamo i seguenti sali minerali: 24 mg di potassio, 3 mg di magnesio e 3 mg di fosforo.

zenzero con tisana
lo zenzero viene utilizzato anche per preparare tisane dalle proprietà digestive, diuretiche e antiinfiammatorie
Lo zenzero ha numerose proprietà nutrizionali quali:

1. è molto efficace per tutti i disturbi dell’apparato digerente, in particolare per le digestioni faticose e lente, nei casi di meteorismo, flautolenza e gonfiori intestinali, grazie alle sue proprietà carminative.

2. antisettico.

3. diuretico.

4. antiinfiammatorio, infatti può essere utilizzato esternamente per chi soffre di reumatismi.

5. antiemetico per chi soffre di mal d’auto, nausea e vomito nei primi mesi della gravidanza.

6. infine nella medicina araba viene considerato come afrodisiaco.

In alcune parti dell’Africa si pensa che consumare regolarmente lo zenzero sia un deterrente per le punture delle zanzare. Ultimi studi hanno evidenziano una forte attività antiossidante di questa spezia.



cibi che fanno bene al cervello e alla memoria
Vivere bene

10 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Come sgonfiare la pancia
Vivere bene

Come sgonfiare la pancia: dieta, esercizi e metodi naturali

Addominali obliqui
Vivere bene

Addominali obliqui: esercizi da fare da terra

Body balance cos'è e quali esercizi fare
Vivere bene

Body balance: cos’è e quali esercizi fare per yoga e pilates

Carboidrati sani
Vivere bene

Carboidrati sani: quali sono quelli da mangiare e quali da eliminare

Uova di pidocchi
Vivere bene

Uova di pidocchi: riconoscerli ed eliminarli

ashtanga yoga
Vivere bene

Ashtanga yoga: sequenza corretta delle serie

Oli da cucina
Vivere bene

Oli da cucina: quali sono i 5 migliori per cucinare e come usarli