Cerfoglio rimedio naturale contro punture di insetti

Cerfoglio: rimedio naturale contro punture di insetti

Avete mai provato il cataplasma di cerfoglio contro le punture di insetti? Riduce il prurito e calma l’irritazione sulla pelle: ecco come prepararlo e quali sono le innumerevoli proprietà di questa aromatica dalle proprietà medicinali.

La bella stagione è ormai alle porte: le giornate si allungano, le temperature sono sempre più gradevoli e aumenta il bisogno di uscire di casa per stare all’aria aperta. Una passeggiata nel parco o in riva al mare aiuta a mantenerci in forma e fa tornare il buon umore. Stare all’aperto però, soprattutto d’estate, può farci andare incontro a problemi di diversi entità. Un’eccessiva esposizione al sole, ad esempio, può provocare un’insolazione, mentre il contatto tra la pelle con alcune particolari piante potrebbe far insorgere irritazioni e allergie. Non solo: con il caldo aumenta anche la possibilità di essere punti da insetti. Il corpo si scopre e si trasforma in un facile bersaglio per zanzare e altri esserini volanti e non. Come rimediare? Intanto, con la prevenzione, utilizzando prodotti ad azione repellente. Poi, una volta vittime di questi esserini così fastidiosi, bisogna solo trovare il giusto rimedio, magari naturale, contro le punture di insetti, come il cerfoglio.

Il cerfoglio, rimedio naturale contro le punture di insetti e non solo

La forma di questa erba officinale e aromatica ricorda molto il classico prezzemolo, di cui è simile anche nel gusto, sebbene più delicato. Il cerfoglio, infatti, pur essere un ottimo alleato per lenire i fastidi causati dalle punture di insetti, è comunemente usato anche in cucina, ma questa pianta ha numerose proprietà benefiche per la salute umana.

Sebbene poco diffusa in Italia, è nota non solo per quel tocco in più che può dare nella preparazione di succulenti piatti in cucina, ma anche per le sue caratteristiche curative. In particolare, l’erba aromatica originaria della Russia, svolge una potente azione disintossicante e depurativa. Non solo: favorisce la diuresi e aiuta la digestione.

Le proprietà per la pelle

Tra le numerose proprietà che vanta anche quella di essere un ottimo coadiuvante nel ripristino dell’equilibrio cutaneo. Non a caso il cerfoglio è indicato, oltre che per le punture di insetti, anche per piccoli inestetismi, arrossamenti e seborrea. Come godere dei benefici di questa erba sulla pelle? Sono diverse le modalità di utilizzo e molte preparazioni possono essere anche realizzate con metodi casalinghi.

Miscelando il suo succo con quello di carota e cetriolo, ad esempio, di ottiene una ottima maschera di bellezza anti-età, mentre l’infuso di foglie è eccellente per tonificare la pelle. Il cerfoglio è indicato anche contro la pelle grassa: basta applicare una soluzione composta dal nostro ingrediente lasciato bollire in acqua depurata.

Il cerfoglio contro le punture di insetti

Quando un insetto viene a contatto con la nostra pelle, raramente non si hanno conseguenze. Generalmente, infatti, restiamo vittime di piccoli morsi o punture che scatenano una fastidiosa reazione cutanea. Questo perché attraverso il contatto diretto, gli insetti possono rilasciare del veleno nella nostra pelle o comunque altre componenti metaboliche irritanti. Queste sostanze non propriamente innocue provocano dolore, gonfiore, prurito. Nell’eventualità di punture di insetti, ci viene in soccorso proprio il cerfoglio, grazie alle sue proprietà emollienti e calmanti.

Come utilizzarlo

Tra modalità con cui quest’erba può essere impiagata come rimedio naturale sulla pelle vi è anche il cataplasma, particolarmente indicato nel nostro specifico caso. Prepararlo è molto semplice: basta procurarsi delle foglie fresche di questa pianta. Bisogna poi schiacciarle fino a formare una sorta di poltiglia che andrà infine applicata sulla zona interessata. Così utilizzato, il cerfoglio in poco tempo darà sollievo, riducendo gli effetti irritanti delle punture di insetti. Il cataplasma ottenuto dalle sue foglie è ottimo anche nel trattamento delle emorroidi, di diverse infiammazioni cutanee, contro i geloni.

Altre proprietà

Il cerfoglio, come già detto, è comunemente usato anche in cucina, sebbene non sia così facile da reperire fresco. Viene così utilizzato in forma essiccata, ma non va dimenticato le proprietà delle sue foglioline fresche sono davvero innumerevoli.

Intanto è ricco di Vitamina C e carotene, un mix che lo rende un alleato per le nostre difese immunitarie e un efficace antiossidante. Contiene inoltre molti sali minerali, tra cui ferro, calcio e magnesio.

Non tutti sanno, infine, che il cerfoglio, oltre a essere usato contro le punture di insetti, ha proprietà lassative e antisettiche: utile contro la stitichezza e in caso di laringite e tosse. Se impiegato sotto forma di impacco, il cerfoglio si rivela indicato per le donne che devono la cessare la produzione di latte: basta applicarlo sul seno.



Alimenti antiossidanti naturali
Vivere bene

Alimenti antiossidanti naturali, quali sono e i benefici

Fare jogging con il cane
Vivere bene

Fare jogging con il cane: consigli su come fare e dove andare

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti
Vivere bene

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti

5 tips per mangiare in modo più sano
Vivere bene

5 tips per mangiare in modo più sano

prova costume
Vivere bene

Perché ci siamo stufate di sentire ancora parlare della “prova costume”

esercizi di stretching
Vivere bene

10 esercizi di stretching per iniziare la giornata

Vivere bene

Rimedi naturali per prevenire le doppie punte

Esercizi tricipiti
Vivere bene

Esercizi tricipiti, ecco come farli con manubri o a casa