Viaggi, ecco le mete preferite dai Millennials

25/11/2023

Quando si parla di destinazioni per i propri viaggi, i gusti sono di solito soggettivi. Ma ci sono caratteristiche che accomunano alcune categorie di persone: l’età, la cultura, le passioni. Nel caso dei Millennials, quali sono le loro mete del cuore?

I giovani nati tra il 1981 e il 1996 sono tra i viaggiatori più appassionati, curiosi e avventurosi che ci siano. Non si accontentano di andare al mare o in montagna, ma cercano esperienze autentiche, originali e coinvolgenti, che li facciano crescere e divertire allo stesso tempo. Quando si tratta di viaggiare, però, raramente scendono a compromessi se si tratta di rinunciare alla tecnologia.

I Millennials scelgono Singapore e Dubai per la tecnologia

Infatti, una delle caratteristiche che li contraddistinguono è la loro dipendenza da smartphone, internet, tablet e dispositivi tecnologici. Non si staccano mai dai loro cellulari, che usano per cercare informazioni, prenotare alloggi e trasporti, condividere foto e video, e rimanere in contatto con amici e parenti.

La tecnologia è anche un elemento che li attrae nelle destinazioni che scelgono. Città smart, musei interattivi, attrazioni futuristiche, realtà virtuale e aumentata sono alcune delle cose che i Millennials vogliono trovare nei luoghi che visitano. Alcune delle mete più tecnologiche che piacciono ai Millennials sono Tokyo, Singapore, Dubai, New York e Londra.

Nuova Zelanda o Norvegia: l’attenzione alla sostenibilità

La seconda caratteristica dei Millennials è la loro sensibilità verso il tema della sostenibilità. I giovani di oggi sono consapevoli dei problemi ambientali e sociali che affliggono il pianeta, e vogliono fare la loro parte per contribuire a risolverli.

Per questo, preferiscono viaggiare in modo responsabile, scegliendo mezzi di trasporto ecologici, alloggi eco-friendly, attività a basso impatto e destinazioni che rispettano la natura e le culture locali. Alcune delle mete più sostenibili che piacciono ai Millennials sono Nuova Zelanda, Costa Rica, Norvegia, Islanda, Bhutan e Madagascar.

India, Perù, Sudafrica: il bisogno di novità dei Millennials

La terza caratteristica è la loro voglia di novità e di sfida. I giovani di oggi non si accontentano di seguire le rotte turistiche tradizionali, ma vogliono scoprire luoghi insoliti, lontani dalle masse, e vivere esperienze uniche, che li mettano alla prova e li facciano sentire vivi.

Per questo, sono attratti da viaggi alternativi, come ritiri yoga, viaggi-avventura, vacanze culinarie o di volontariato, che li portano a contatto con realtà diverse e a dedicare il loro tempo a cause sociali. Alcune delle mete più alternative che piacciono ai Millennials sono l’India, il Nepal, il Perù, il Marocco e il Sudafrica.

I Millennials sono una generazione di viaggiatori che non si lascia influenzare dalle mode, ma che segue le proprie passioni e i propri valori. Sono alla ricerca di tecnologia, sostenibilità e originalità, e non hanno paura di uscire dalla loro zona di comfort. In fondo, ciò che conta è avere sempre la valigia e partire alla scoperta del mondo.

Foto copertina: Unsplash