Il resort Borgo Egnazia visto dall'alto

Vacanze in Puglia: il fascino di Borgo Egnazia

È un itinerario di viaggio ideale per recuperare le energie e prepararsi agli impegni invernali. Un weekend di benessere in Puglia, tra natura, sagre, bellezze artistiche, concedendosi anche una tappa in un affascinante resort

Da alcune settimane siamo ripiombate nello stress quotidiano e già sentiamo il bisogno di evadere di nuovo, almeno un paio di giorni?

La fine dell’estate porta via non solo l’abbronzatura, ma anche quel ritmo lento e indolente delle giornate, che trascorrevano placide, governate solo dai nostri desideri, dalle nostre voglie improvvise. Il tempo del relax e della quiete, magari immersi nella natura o a un passo dal mare…

Per ritrovare questa piacevolezza basta immergersi per qualche giorno nei profumi e negli scorci naturali pugliesi più belli!


Ulivi secolari, paesini che conservano bellezza e tradizione, ottimo cibo e la più bella costa adriatica da orizzonte, a qualche chilometro di distanza.

Le sagre di Ottobre

Il territorio pugliese è l’ideale per star bene e divertirsi non solo d’estate, con le sue feste e discoteche sul mare, ma anche a ottobre, uno dei mesi migliori per riscoprirne i colori più straordinari e i sapori più originali.

A ottobre, infatti, la provincia barese e leccese pullula di sagre, da quella della focaccia a quella dei pregiati funghi cardoncelli, passando per quella dell’olio d’oliva o del vino a Monopoli.

Dove andare: il viaggio ideale comincia da Lecce!

Lecce, patria del miglior barocco pugliese, è detta anche la “Firenze del sud”, perché, come a Firenze, la concentrazione di bellezze architettoniche e artistiche si sposa con la vivacità della vita notturna universitaria e non.

È bello perdersi nelle viuzze del centro storico, tra il Duomo di Santa Maria Assunta, con il campanile più alto d’Italia, la Basilica di Santa Croce, straordinario esempio di barocco leccese, fino al Castello di Carlo V e all’anfiteatro romano. E in serata l’ideale è fermarsi al Cagliostro, locale tra i più celebri per la musica live.

Chi invece desidera fare una tappa di shopping, può sbizzarrirsi tra gli splendidi prodotti dell’artigianato locale come al Lab bla bla bla, una sorta di laboratorio di creatività in continuo divenire, dove trovare borse, oggetti per la casa, accessori o gioielli, e originali oggetti di recupero.

I trulli

L’ideale è poi risalire il tacco dello stivale, inoltrandosi verso l’interno più magico della regione, la Valle d’Itria!

La valle è unica nel suo genere poiché è disseminata delle tipiche costruzioni pugliesi: i trulli.

Si tratta di antichissime abitazioni con tetti a forma conica. Alcune sono dipinte con simboli di vario genere, che riprendono l’antica simbologia dei trulli.

Non sono ancora del tutto chiare le origini del trullo, di cui si trovano molti esempi e similitudini anche in culture diverse e lontanissime sia nello spazio che nel tempo. La tesi più accreditata è quella che disegna questa strana costruzione come un veicolo con il divino, un modo per avvicinarsi al cielo, che attraverso i secoli si è perfezionato in forme sempre più complesse.

E proprio tra trulli e uliveti secolari sorge la piccola cittadina di Martina Franca. Il suo centro storico è tra i meglio conservati d’Italia ed è l’ideale per una sosta alla scoperta di prodotti tipici come il celebre “bocconotto”, un dolce di pasta frolla ripieno di crema e cioccolato.

Si può proseguire verso Locorotondo e Cisternino, per una pausa tra le ottime bracerie di carne fra vicoli e negozi dell’artigianato.

E infine giungere a Monopoli per una cena di pesce, e una passeggiata sul mare, uno dei più belli del territorio.

Inseguendo il relax

Chi invece vuole proprio lasciarsi andare a qualche giorno di totale relax e benessere può inoltrarsi fino a Borgo Egnathia. Seguendo la strada per Savelletri ci si imbatte nello scenario incantato di questa antica città romana, di cui oggi sono ancora conservati molti resti, proprio a un passo dal mare, tra ulivi secolari e macchia mediterranea.

E a un paio di chilometri dall’antica Egnathia sorge l’incantevole resort Borgo Egnazia.

È un borgo vero e proprio con piazza, vie, ville, corte, ristorante e naturalmente le splendide piscine, interne ed esterne, e la spa molto alla moda.

Per il soggiorno si può scegliere tra due tipologie di sistemazioni: la camera o la villa.

Le ville sono delle strutture indipendenti a 3 piani, in pietra color ocra come tutto il resto del borgo, ma vicinissime al vivace fermento della corte.

Tutto il borgo mescola in modo sapiente i colori della Puglia più arcaica, come l’ocra o il crema della pietra usata per pavimenti e pareti, al sapore tutto moderno del design sobrio e minimalista.

Luoghi da visitare

A Borgo Egnazia dedicare del tempo per sé stessi è il principio guida più importante.

Ci si può rilassare nella suggestiva sala lettura, dove luci e colori conciliano relax e concentrazione. Oppure nella boutique del borgo, con abiti e gioielli raffinati in perfetto stile “made in Puglia”.

Ma per abbandonare del tutto lo stress accumulato dal rientro estivo bisogna far tappa alla Vair Spa. Tra saune, hammam e trattamenti, si potrà ritrovare la giusta armonia tra spirito e corpo anche grazie all’aiuto della psicologa della spa, che saprà indicare i percorsi più adatti per ciascuno. Sì, perché non solo le donne ma anche gli uomini potranno dedicare qualche ora alla propria vanità.

Il cibo del borgo

Per deliziare anche il palato basta fermarsi in uno dei tanti ristoranti all’interno del resort Borgo Egnazia. L’offerta gastronomica è molto ampia, e sempre declinata secondo le tradizioni pugliesi doc.

Inoltre Borgo Egnazia è anche un’azienda agricola e gli ingredienti dei piatti proposti sono tutti biologici e freschissimi, appena raccolti!

Sport e creatività

Chi vuole rilassarsi giocando troverà certamente molte occasioni di svago!

Gli amanti del tennis hanno 4 campi a disposizione, e la possibilità di confrontarsi con i campioni di questo sport che vengono periodicamente invitati a partecipare come insegnanti a degli eventi periodici, per la gioia degli ospiti.

Chi invece vuole ritrovare l’equilibrio può farlo attraverso le arti meditative.

Mentre i golfisti più appassionati hanno a disposizione il San Domenico Golf Club, a un passo dal resort.

Ma rilassarsi significa anche dare spazio alla propria creatività, ecco perché è possibile seguire corsi di cucina pugliese doc., dove imparare i migliori piatti tradizionali cucinando con materie prime freschissime e a chilometro zero!

Ma forse, in un panorama così straordinario, tra bellezze naturali uniche, ritrovare la pace e dimenticare lo stress significa anche imparare a star fermi ad ascoltare il suono del mare.



Viaggi

11 mete alternative per viaggiatori temerari

Viaggi

Un assaggio d’Irlanda in autunno

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili
Viaggi

Visitare gli Stati Uniti risparmiando: consigli utili

Destinazioni consigliate a Ottobre: Giordania e Messico
Viaggi

Destinazioni consigliate a ottobre: Giordania e Messico

Formentera: cosa fare in caso di pioggia
Viaggi

Formentera: cosa fare in caso di pioggia

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Cammini in Italia con vista sul mare
Viaggi

Cammini in Italia con vista sul mare

Quando andare a New York: il periodo migliore
Viaggi

Quando andare a New York: il periodo migliore

Cammini in Italia da fare con bambini
Viaggi

Cammini in Italia da fare con bambini

Organizzare lunghe camminate con i figli non è impossibile

Leggi di più