Ciao Darwin, ex concorrente paralizzato: Bonolis non ha fatto nulla per…

Ciao Darwin, ex concorrente paralizzato: Bonolis non ha fatto nulla per…
13/06/2022

Una delle vicende più controverse accadute a Ciao Darwin riguarda il concorrente Gabriele Marchetti, rimasto paralizzato dopo una caduta durante il gioco dei rulli. In una recente intervista l’ex concorrente ha dichiarato che si sarebbe aspetto da Paolo Bonolis almeno un gesto che però non è mai arrivato… 

Purtroppo durante l’edizione del 2019 di Ciao Darwin è accaduto un gravissimo incidente che ha coinvolto il concorrente Gabriele Marchetti. Tutti ricorderete il gioco dei “rulli”, il famoso “Genodrome” in cui i concorrenti corrono sui rulli in movimento per cercare di evitare di cadere nella piscina sottostante e arrivare al traguardo portando il punto alla propria squadra.

Per Gabriele Marchetti quel gioco si è trasformato in un incubo: dopo essere caduto rovinosamente nella piscina sottostante, è arrivato il drammatico verdetto dei medici, che gli hanno diagnosticato la tetraplegia. “Per me è stato il crollo totale, mi sono sentito disperato”, ha confessato Marchetti in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.


Leggi anche: Paolo Bonolis: quanto guadagna il conduttore?

L’ex concorrente di Ciao Darwin ha anche sottolineato che, da parte di Paolo Bonolis, non c’è stato alcun sostegno né pratico né morale.

Bonolis: le rivelazioni di Marchetti

paolo bonolis gabriele marchetti-2

Come rivelato da Marchetti, infatti, non è mai arrivata nemmeno una telefonata da parte del conduttore di Ciao Darwin, Paolo Bonolis. Una mancanza che ha finito per accrescere il rammarico dell’ex concorrente, che si sarebbe aspettato almeno un gesto di supporto da parte degli addetti ai lavori:

Non mi ha mai cercato per sapere come sto. Nemmeno persone vicine a lui mi hanno mai contattato. Soltanto qualcuno della produzione all’inizio si è fatto sentire per telefono e per mail con la mia famiglia per conoscere la mia condizione fisica. Si sono messi a disposizione per ogni nostra necessità. Poi però non c’è stato più nessun contatto.

Nel frattempo la vicenda sta andando avanti anche sul fronte legale, con l’accusa di lesioni gravissime per quattro indagati: due dirigenti di Mediaset, uno di Maxima (che aveva il compito di vigilare sulla sicurezza delle attrezzature di gioco) e uno della società di Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli, Sdl 2005, che ha selezionato i concorrenti.