Susie Wolff in pista a Silverstone: dopo 22 anni una donna in F.1

Solo cinque giri per la tedesca nelle prove libere in vista del Gran Premio di Gran Bretagna in programma domenica. Susie è stata appiedata da un problema meccanico alla sua Williams

Susie Wolff

Era ormai ufficiale da diverso tempo, ma oggi l’attesa è diventata realtà. Nella sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna sullo storico circuito di Silverstone, dove il 13 maggio 1950 si tenne il primo Gran Premio di Formula Uno della storia, Susie Wolff è scesa in pista in veste ufficiale alla guida della sua Williams dalla elegante livrea bianco-rosso-blu ispirata al celebre marchio del main sponsor italiano Martini. La bella Susie è solo la sesta donna a partecipare ad un Gran Premio Iridato nella ultrasessantennale storia della massima competizione motoristica Mondiale. Non accadeva da 22 anni, ovvero dalla “meteorica” presenza della romana Giovanna Amati al volante della Brabham ad inizio anni ’90. Purtroppo la mattinata non è stata particolarmente fortunata per la bionda tedesca moglie del boss della Mercedes Toto Wolff: dopo appena cinque giri in pista la sua Williams l’ha improvvisamente lasciata a piedi a causa di un problema alla pressione della benzina che non è stato riparato in tempo dai meccanici tanto da permetterle di ritornare in pista. Non paragonabili i suoi tempi con quelli degli altri piloti dato che la mattinata di prove era appena agli inizi e la Wolff non era ancora arrivata nella “fase” della sessione dove doveva spingere a fondo sull’acceleratore. Rimane comunque un giorno storico per l’ultramaschilista mondo della Formula Uno che ha finalmente tinto di rosa un angolino del suo cielo. Rivedremo Susie al GP di Germania fra qualche settimana. E speriamo sia più fortunata.


Vedi altri articoli su: Sport Femminili | UnaDONNA al volante |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *