Shopping al MoMA di NY

Shopping al MoMA di NY

Al museo d'arte contemporanea più prestigioso del mondo, il gitf shop sembra una camera delle meraviglie. Scopriamo quali sono gli accessori di tendenza più acquistati del 2013!

19/07/2013

Il Moma-store, insieme a Eataly, è ormai il luogo più frequentato della Grande Mela. Addirittura molti turisti non visitano il museo MoMA per dirigersi direttamente al gift shop, dove possono trascorrere ore meravigliandosi delle ultime idee eclettiche e ironiche dei giovani designer di tutto il mondo.

La gift card del Moma-store è considerata un regalo di tendenza ed è particolarmente apprezzata dagli amici che, passeggiando sulla 5 strada, potranno scegliere un souvenir trendy da esibire una volta tornati in Italia. Per chi invece vuole portare dei regali agli amici che  New York la vedono solo nei film, questo è il negozio ideale per acquistare oggetti di ogni tipo che testimonieranno il vostro shopping a Manhattan.

Il negozio raduna le produzioni di design più esclusive del momento in queste categorie: Living, Dining, Workspace, Prints e Books (giusto per ricordarci che ci troviamo all’interno di un museo), Jewelery + Accssories, Kids.

Per le lettrici di UnaDonna abbiamo selezionato gli oggetti della categoria gioielli e accessori che sono considerati dei bestsellers del Moma-store.

[dup_immagine align=”alignleft” id=”29828″]SKY umbrella, Tibor Kalman and Emanuela Frattini Magnusson, 1992 (48 dollari).

Un pezzo ormai datato ma che non  perde la sua unicità. L’idea è semplice: si tratta di un ombrello nero (ora anche in versione pieghevole) con l’interno brillante decorato con la stampa del cielo blu magrittiano.


Leggi anche: Taglie americane e taglie italiane: convertitore e come districarsi

Chi passeggia sotto a questo ombrello avrà l’impressione di avere la testa fra le nuvole e, per questo semplice atto poetico, Sky Umbrella si conferma il pezzo più venduto del negozio.

 

[dup_immagine align=”alignright” id=”29829″]

Mesh Bead Necklaces, Alison Cutlan, 2012 (200 dollari).

Un collier nuovissimo che ha richiamato da subito l’attenzione degli avventori del Moma-store per via della lavorazione raffinata e delle combinazioni di colori che si possono trovare nei moodboard di ispirazione sul blog dell’artista.

 

 

[dup_immagine align=”alignleft” id=”29830″]

Bubble Necklace, Marina and Susanna Sent, 2001 (115 dollari).

Il collier disegnato da due sorelle, una designer e una architetto, risulta semplice ma è frutto di ricerche sulla lavorazione del vetro soffiato. La novità di questo pezzo è la leggerezza della trasparenza delle sfere che, lasciando il collo libero da colori e intarsi, permette di creare un gioiello nude look.

 

 

[dup_immagine align=”alignright” id=”29834″]Petite Highway Bag, Jem Leaf, 2002 (110 dollari).

Questa borsa in nylon speciale giapponese con tracolla regolabile può sembrare una scelta scontata, eppure l’ossessiva ricerca ergonomica del designer ha permesso di concepire tasche zip estremamente versatili e per questo amate dal pubblico che ha l’impressione di trovare finalmente un ordine per ogni nuovo oggetto digitale. L’oggetto ha ormai 11 anni di vita, eppure ancora riesce a dare il giusto spazio a ogni cosa.


Potrebbe interessarti: Guida alle taglie di abbigliamento dei neonati

 

 

 

[dup_immagine align=”alignleft” id=”29831″]Fingerprint Earrings, Dai-Sung Kim, 2008 (9,95 dollari).

Un pezzo che va a ruba sopratutto per via del prezzo abbordabile e dell’insita creatività. Questi gioielli sono frutto di una strategia educativa del Museo MoMA per far scoprire al largo pubblico giovani artisti e concept di design innovativo in tutto il mondo. Nel caso dei Fingerprint Earrings, il designer è sudcoreano.

[dup_immagine align=”alignright” id=”29832″]Diamond Ring Red Acrylic, Alissia Melka-Teichroew, 2003 (4,95 dollari).

A chi intende fare una dichiarazione d’amore a New York, non occorre l’acquisto di un vero diamante. Con meno di 4 euro potrete dichiararvi con ironia, attraverso questo must del design contemporaneo (sulla cresta dell’onda da 10 anni) che imita la forma dei gioielli Tiffany. Assicuratevi che la vostra futura sposa abbia senso dello humor.
[dup_immagine align=”alignleft” id=”29833″]Wave Bracelet, Jessica Rosenkrantz and Jesse Louis-Rosenberg, 2009 (69,95  dollari).

Un bellissimo esempio di design organico, questo gioiello è ispirato alle complesse forme cellulari presenti in natura e ricreate grazie al taglio al laser 3D.

Il Wave Bracelet  non è soltanto un bell’oggetto tecnologico, è soprattutto un accessorio divertente e morbido che si può accostare a look differenti.