Nati per Proteggere: AXA in Italia dà voce ad esperienze e storie di protezione

Con la campagna Nati per Proteggere, AXA premia organizzazioni, enti e associazioni che hanno a cuore la protezione degli altri

Axa

Winston Churchill sosteneva che è un peccato il non fare niente con il pretesto che non possiamo fare tutto. Ecco, nella nostra società qualunque contributo, anche piccolo, di ciascuno può essere importante e determinante nella vita di qualcun altro.
Proprio per far emergere belle storie di protezione che vedono protagoniste persone comuni e aiutarle ad emergere, dando loro la
visibilità che meritano, AXA in Italia ha dato vita al progetto “Nati per Proteggere“, istituendo un premio del valore di 50.000 euro a chi si rende protagonista di piccoli e grandi gesti.

Per candidare la propria storia basta collegarsi al sito www.natiperproteggere.it e compilare, entro il 14 luglio, l’apposito form. Sono validi sia racconti personali sia storie di altri, siano essi singoli o associazioni/enti/organizzazioni, che parlino di imprese di protezione, progetti e iniziative non sempre conosciute al grande pubblico, ma con un grande valore di impegno a favore degli altri. Le otto storie ritenute più significative dalla giuria tecnica accederanno alla fase finale, per la quale, con l’intervento di una troupe professionale, saranno trasformate in video-storie, che dal 23 settembre al 24 ottobre 2014 potranno essere votate su www.natiperproteggere.it. Al vincitore un premio del valore di 50.000 euro per alimentare un progetto di protezione.

Con il concorso, AXA in Italia ha voluto concretizzare l’anima della nuova campagna “Nati per Proteggere”. Non tariffe, preventivi, massimali, ma esperienze di chi fa del sostegno agli altri la propria vocazione, ridefinendo così gli standard della protezione. Storie che raccontano come dietro il primo brand assicurativo al mondo (classifica Interbrand) ci siano persone: ricercatori, medici, liquidatori di sinistri, solo per citarne alcuni, che lavorano per prevenire i rischi, rendere il più sicuri possibile i loro clienti e fornire loro una consulenza tempestiva quando si presentino situazioni di difficoltà.

 

Articolo sponsorizzato


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *