Lo stile seventies di Giambattista Valli alla Paris Fashion Week 2015

Lo stile seventies di Giambattista Valli alla Paris Fashion Week 2015

Sulla passerella di Giambattista Valli sono di moda gli anni '70: pantaloni a zampa, tuniche e stivali un po' fetish rappresentano il giusto mix di una collezione perfettamente riuscita.

-
11/03/2015

Guardando la collezione Fall/Winter 2016 di Giambattista Valli sembra di fare un tuffo nel passato: le atmosfere anni ’70 eccheggiano per tutta la collezione della maison, che compie quest’anno il suo decimo anniversario e che, come da tradizione, ha scelto le passerelle parigine per presentare le sue nuove proposte.

Silhouette seventies per Giambattista Valli

Tra abiti con linea ad A e pantaloni a zampa, c’è da perdere la testa. La collezione prêt-à-portér ideata dal designer per la prossima stagione fredda è pulita e segue un mood ben preciso, che richiama senza ombra di dubbio gli anni ’70 attraverso i look saliti in passerella.
Gli outfit, dal sapore vagamente folk, si focalizzano su daywear ed abbinamenti insoliti, come l’abito/tunica portato con i pantaloni flare, che pur nella loro modernità rivelano tutta la competenza stilistica di Valli ed il suo essere, in primo luogo, un abile couturier. A questi capi si aggiungono i pull in cachemire dall’aria bon ton, le camicette percorse da tralci fioriti ed il cappotto in pelliccia, in un vinaccia estremamente chic. A completare questi look eclettici ci sono le borsette, tassativamente piatte e da portare a spalla per un ulteriore tocco di stile.
La cartella materiali prevede un ampio utilizzo di organza, pizzo macramè, usato anche per i ricami floreali e la pelliccia di visone che, oltre al cappotto, arricchisce anche le cinture indossate sui soprabiti.


Leggi anche: Sandali platform come abbinarli

Ossimori e contrasti sulla passerella di Giambattista Valli

I riferimenti agli anni ’70 legano senza dubbio la collezione al passato. Eppure, nei look portati da Giambattista Valli alla PFW c’è un ineluttabile senso di modernità, la cui testimonianza è data dai grafismi freschi e contemporanei. E ancora, la voglia di romanticismo che emanano i fiori, i pizzi, i ricami, le rouches ed i maglioncini contrasta con i sandali, che salgono fino al ginocchio attraverso intrecci piuttosto fetish e sensuali, stride con gli inserti in pelliccia che irrompono a cingere il punto vita, inattesi.
E ancora a creare un ulteriore senso di scombussolamento ci pensano le cromie, che virando dalla gamma delle tinte baby come rosa e azzurro si trovano ad approdare alla palette di rosso, verde acido, bianco e nero, facendo vivere alla collezione un forte dualismo estetico.

Una bella prova per Giambattista Valli che, con uno stile senza tempo veste una donna contemporanea e moderna.

  • Scrittore e Blogger