Cocktail Boavista Bologna / Sito ufficiale
Lifestyle

Le 5 mete per un aperitivo a Bologna

Dove fare l’aperitivo a Bologna? Sono cinque i pit-stop da non perdere. Cocktail, vino o intrattenimento artistico: cosa preferite?

I lunghi portici bolognesi riparano dalla pioggia e permettono di gustare un aperitivo senza che il meteo faccia il guastafeste. Nessun tiro mancino alle tasche, l’aperitivo a Bologna è a misura d’uomo e del suo portafogli. Tra bollicine, vinelli, cocktail e buffet abbondanti, la mappa bolognese dell’ “aperivida” (mix di aperitivo e movida) è davvero ricca: dalle osterie del Pratello ai locali di tendenza dove il design dà il suo particolare contributo.

Se volessimo fare un estratto dei luoghi bolognesi dove aperitivare, per amor di sintesi e per dare un’informazione flash, ecco le 5 imperdibili mete:

– Nu Lounge, Via Dè Musei, 6
– Caffè Commercianti, Corso Strada Maggiore 23/c – Santo Stefano
– Camera a Sud, Via Valdonica, 5
– Agua, Via Saragozza, 63
– Teatrino degli illusi, Vicolo Quartirolo 7/a

Basta trovare l’happy hour giusto e seguire una traccia tra le etichette che sulla cartina di Bologna evidenziano i pit-stop da non perdere. La scelta varia secondo il gusto personale di ciascuno. Voi cosa preferite: siete filo-cocktail o amanti di wine e champagne? Preferite che il vostro aperitivo sia unusual e magari artistico?

L’aperitivo come cocktail experience

Il primo della lista per fama è il Nu Lounge, dove il cocktail buono è una garanzia. Il barman ha vinto il campionato mondiale 2011 in Nuova Zelanda con l’“Elisir d’amore”, e una nutrita lista permette di scegliere la propria mistura alcolica, anche cocktail esotici.
La seconda etichetta sulla cartina va al Caffè Commercianti, caffetteria di giorno e cocktail bar la sera con buffet ricco; il Boavista è il terzo pit-stop con i suoi buonissimi drink ispirati alla pop culture e un’atmosfera elegante ed estremamente curata.

Wine testing

L’esperienza vino annovera tra i primi tre punti di riferimento bolognesi Camera a Sud, Agua e Vinothèque. La chiave degustativa e lo stile retrò sono i due elementi distintivi del primo pit-stop, dove il sommelier vi guiderà nella scelta tra eccellenti etichette: una sorta di Virgilio lungo un percorso wine, meno impervio ma altrettanto denso di scoperte.
L’apericena all’Agua è famosa per i prodotti km 0 e slow food; da bere ci sono buone etichette di vino.
Il mood della Vinothèque è molto chic: si tratta di una cantina specializzata in Champagne da assaporare in accompagnamento con cruditè di pesce o taglieri di salumi e formaggi.

Aperitivare con arte

L’aperitivo diventa ancora più avvolgente se ha un contorno artistico. Uno spettacolo di teatro moderno, di cabaret, di magia o di musica arrecano all’happy hour un gusto più buono, è come concentrare più cose in una: deliziare il palato, la vista e l’udito.

A Bologna uno degli aperitivi artistici più noti è quello al Teatrino degli illusi. Il progetto nasce da un’idea di Giovanni Cacioppo e Massimiliano Princigallo, attori e comici, che hanno recuperato un ex teatro trasformandolo in un locale. Il foyer con bar presta il suo spazio all’aperitivo, quotidiano appuntamento serale, e all’introduzione dello spettacolo in programma.

I caffè letterari di fine Ottocento hanno dato ispirazione al Toffee Art Cafè: qui sono buona norma le mostre, le esibizioni teatrali e spesso le improvvisazioni tra chi siede in sala, i live acustici e i reading letterari.

Nella piazza più amata dai giovani, piazza Verdi, c’è “Piccolo e Sublime”. Si tratta di una tappa obbligata per studenti universitari che si danno appuntamento all’aperitivo per poi avviare le loro serate.



Gaten Materazzo la malattia, i denti, età e film
Celebrity

Gaten Matarazzo: la malattia, i denti, età e film

Cambiare lavoro a 50 anni, si può!
Lavoro

Cambiare lavoro a 50 anni, si può!

Migliori serie Amazon Prime Video da vedere
TV

Migliori serie Amazon Prime Video da vedere

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino
Viaggi

Vendemmia 2020, le destinazioni perfette per chi ama il vino

Forest Bathing, cos'è e dove farlo in Italia
Viaggi

Forest bathing, il benessere arriva dagli alberi

In bici per (ri)scoprire l'Italia, dall'Alto Adige alla Riviera Romagnola
Viaggi

In bici per (ri)scoprire l’Italia, dall’Alto Adige alla Puglia

Massimo Marino chi è il marito di Roberta Bruzzone
Celebrity

Massimo Marino: chi è il marito di Roberta Bruzzone

Festa dei nonni la giornata mondiale è il 2 ottobre
Attualità

Festa dei nonni: la giornata mondiale è il 2 ottobre

In bici, a cavallo o a piedi 5 proposte per un viaggio slow e green
Viaggi

In bici, a cavallo o a piedi: 5 proposte per un viaggio slow e green

Nell’estate del Covid, si cercano località immerse nel verde e con ampi spazi, dove poter praticare attività all’aria aperta e in sicurezza.

Leggi di più