Le 5 cose da sapere sulle tartarughe

Tartarughe di terra e d'acqua. Scopriamo i segreti per prenderci cura di questi animaletti

tartaruga

Tra gli animali domestici più diffusi in Italia, oltre ai cani, ai gatti e al coniglio, ci sono le tartarughe, bestioline simpatiche, che hanno bisogno di poche cure, soprattutto se si parla di quelle di terra. Vediamo insieme cosa c’è da sapere su di loro.

Tartarughe d’acqua

Le tartarughe d’acqua possono essere acquistate nei negozi d’animali. Possono essere carnivore, erbivore oppure onnivore. Queste ultime sono le più diffuse. Solitamente vengono nutrite con preparati pronti, ma non è corretto. Dovreste poter garantire un’alimentazione varia, comprensiva di pesce, carne e verdure attentamente sminuzzate.

La vasca che le contiene deve essere abbastanza capiente con qualche sasso o “isoletta” che permetta all’animale di respirare fuori dall’acqua. Il filtro esterno può essere utile per pulire l’habitat dei vostri animaletti meno frequentemente. Se le tartarughe sono piccole, prendete un termoriscaldatore per l’inverno perché potrebbero non sopravvivere alle basse temperature. Importante è anche permettere agli animali di avere un paio d’ore di luce diretta al giorno.

Ricordate che le tartarughe d’acqua crescono, quindi pensateci bene prima di prenderne una se non avete abbastanza spazio in casa o in giardino per un acquario grande oppure un laghetto. E ricordate: mai abbandonarle in fiumi, stagni o simili perché andrete ad alterare l’equilibrio naturale.

Tartarughe e pesci

Anche se in molti casi (soprattutto se l’ambiente è spazioso), tartarughe e pesci riescono a stare insieme, non è consigliato. Eviterete inaspettate e brutte sorprese anche dopo anni di convivenza pacifica.

Tartarughe di terra

tartaruga terra
Prima cosa importante: dal 1992 le tartarughe di terra devono essere denunciate al servizio Cites del corpo forestale, così come le nascite e i decessi. Se siete in cerca di una tartaruga terrestre assicuratevi quindi che abbia il certificato Cites prima di farla entrare nella vostra famiglia. Detto questo, come ci si prende cura della nuova arrivata? Innanzitutto bisogna realizzare un recinto in giardino abbastanza profondo in modo che rimanga al sicuro anche durante il letargo, momento in cui la tartaruga rimane a dormire per mesi sotto terra. Attenzione se avete cani di taglia medio-grande in casa: possono farle molto male!

Le tartarughe di terra sono animali erbivori quindi si nutrono di frutta, ma soprattutto verdura: insalata, sedano, pomodori, zucchine, asparagi andranno benissimo. Ricordate di lasciare a disposizione dell’animale anche una ciotola d’acqua.

Tartarughe in letargo

Le tartarughe di terra vanno in letargo scavando una buca nel terreno in autunno e tornando in superficie in primavera. Attenzione: possono andare anche molto in profondità. Le tartarughe d’acqua invece rallentano il loro metabolismo quindi si muovono e mangiano meno.

Quanto mangiano

Le tartarughe di terra hanno bisogno di insalata e verdure una volta al giorno, cercando di garantire un’alimentazione varia.

Stessa cosa per le tartarughine d’acqua mentre per gli adulti (sopra i 10 cm di lunghezza) meglio limitare la somministrazione di cibo perché sono animali con una digestione molto lenta. Basta nutrirli ogni 2-3 giorni.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *