La regina delle stampe Mary Katrantzou sfila con la collezione primavera-estate 2014

La regina delle stampe Mary Katrantzou sfila con la collezione primavera-estate 2014

Un arcobaleno di colori e vivaci palette per la stilista greca che alla LFW propone abiti che ricordano le Uova Fabergé

-
17/09/2013

Un tripudio di colori, balze e fantasie floreali che non ha tradito le attese. Ha stupito tutti i presenti (Anna Wintour compresa) la sfilata di Mary Katrantzou mostrata domenica 15 settembre alla London Fashion Week.

Fantasia, Uova Fabergé e Roger Vivier

La regina delle stampe, come viene chiamata nel mondo della moda la Katrantzou, ha proposto una collezione di abiti colorati e fiorati in un arcobaleno di stampe audaci e allegre, abbinate a sneakers, slipper per la sera e brogue, le tipiche scarpe scozzesi. La stilista greca ha trasposto la propria idea di lusso e primavera in una collezione di capi con stampe colorate e vivaci fantasie spesso abbellite da cristalli Swarovski. L’ampia palette di tonalità spazia dal viola acceso al verde fluo, dal blu elettrico al giallo limone con punte del rosa più brillante che abbiate mai visto in tutta la vostra vita. Colori che vanno a braccetto con balze e nastri che danno grande volume ad abiti pieni di grinta e che, alla fine, infondono allegria e positività agli spettatori.

Un altro punto a favore per Mary Katrantzou, che dalla Grecia ha conquistato il mondo intero con le sue creazioni, tanto da essere premiata nel novembre del 2011 dalla British Fashion Award come talento emergente. Dal 2008, anno del lancio della sua prima collezione, di strada la stilista ne ha fatta parecchia grazie al suo marchio di fabbrica numero uno: il colore. Sfumature di diverse tonalità convivono su abiti dai tagli geometrici, mini dress, bluse, pantaloni skinny e giacche a completare i coloratissimi outfit dalle stampe a fantasia, con calzature in coordinato. Nella seconda parte della sfilata ecco le modelle indossare abiti floreali dai tagli strutturati e gonnelline con inserti di lustrini e cristalli. Occhi puntati sui capi, dunque: nemmeno il make-up, composto prevalentemente da rossetto rosso sulle labbra, deve distrarre i presenti dai mille colori degli abiti che ricordano le ricche ed elaborate manifatture delle Uova Fabergé.


Leggi anche: Moda scarpe primavera estate 2020

A completare gli outfit le scarpe, reinterpretate rendendole adatte anche a cocktail party abbinate a capi eleganti ma divertenti. Sono le calzature la vera fonte di ispirazione di Mary Katrantzou, come ha dichiarato lei stessa dal backstage della sfilata: «Lo show è stato volutamente diviso in due sezioni che si concentrano su modelli differenti di scarpe e sulle tipologie di donna che le indossa. Le slipper vengono pensate e reinventate per la sera. Vera fonte di ispirazione è stato lo stile di Roger Vivier: quella moda, quelle silhouette, quella donna».

E a dirla tutta, sembra proprio che la stilista abbia centrato l’obiettivo.

  • Scrittore e Blogger