In mostra a Milano l’alta moda di Jole Veneziani

La mostra a Milano a Villa Necchi Campiglio ripercorre lo stile e la carriera della stilista Jole Veneziani, ma anche il costume dell'alta società milanese del secondo dopoguerra

modelli Jole Veneziani
Modelli Jole Veneziani in mostra a Villa Necchi Campiglio - Foto Valeria Raffaele

Il verde era il suo colore, la tartaruga il suo porta fortuna e occhiali dalle montature vistose il suo segno distintivo. Jole Veneziani, stilista tra i fondatori dell’alta moda italiana che contribuì a portare il made in Italy nel mondo, è celebrata da una mostra a Milano Jole Veneziani. Alta moda e società a Milano, a Villa Necchi Campiglio fino al 24 novembre. Gli abiti della couturier sono ben integrati nell’elegante cornice della villa milanese di proprietà del FAI, che accoglie nei suoi salotti morbidi abiti da sera in seta e vestiti da coktail ricamati estremamente moderni per gli anni in cui hanno visto la luce. Video, bozzetti, fotografie e pannelli illustrativi completano il quadro che restituisce al visitatore un excursus sulla vita, la carriera e lo stile di Jole Veneziani.

Jole Veneziani
Jole Veneziani
Dal palcoscenico alla passerella

Trasferitasi bambina a Milano da Taranto con la famiglia, Jole voleva fare l’attrice, complice forse il fratello commediografo Carlo Veneziani. Dopo un’esperienza come amministratrice in una ditta di pelli, si innamora della moda e inizia l’avventura che la porterà a vestire le dive del secondo dopoguerra in via Montenapoleone al numero 8, dove apre il suo atelier nel 1944. Tra le sue clienti Josephine Baker, Maria Callas, Marlene Dietrich, Sandra Milo, Franca Rame, Ornella Vanoni, Elsa Martinelli. Qual era l’ideale di donna della Veneziani? Come si legge nella mostra, doveva essere distinta dal “collo sottile, busto lungo, seno leggero, attaccatura delle braccia fluida. E poi sempre lo stesso imperativo: di giorno sobria, possibilmente in tailleur, il più possibile semplice. Di sera, invece, una gioia di colori e di luci, uno scintillio di tessuti. Insomma: una festa”. Se gli imperativi cambiano con le epoche, il buon gusto non passa mai di moda e dall’esposizione a Villa Necchi Campiglio si rischia di uscire inebriate di classe ed eleganza.

Un’esplosione di colori

abiti Jole Veneziani
Abiti Jole Veneziani, foto Valeria Raffaele
Tra casacche ispirate alla tradizione russa e ricami orientaleggianti, Jole Veneziani riempie di colori i guardaroba delle signore dell’alta società milanese. Durante un viaggio negli USA si rende conto che le donne americane vestono in modo più pratico rispetto alle europee e così crea la linea Veneziani Sport, caratterizzata dall’impermeabile bianco con cappello da pioggia, che diventerà campione di vendite.

Ma non solo. Negli Stati Uniti vede automobili “allegre, colorate come caramelle, scintillanti e guizzanti sotto il sole”: al suo ritorno incontra i dirigenti Alfa Romeo per proporre la produzione di auto in sette gradazioni di colore, con interni coordinati. Fu subito un successo. Tra le sue collaborazioni importanti, quella con il cinema e con Fellini. A coronare la sua carriera diversi riconoscimenti, tra cui nel 1961 l’Oscar della Moda.

Jole Veneziani. Alta moda e società a Milano

Dal 10 ottobre 2013 al 24 novembre 2013, Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14, Milano

Orari: dal mercoledì alla domenica, 10.00-18.00 (ultimo ingresso alle 17.15)

Ingresso villa + mostra: adulti: € 11,00; bambini (4-14 anni): € 4,00 – Iscritti FAI: € 4,00

Informazioni: Villa Necchi Campiglio tel. 02.76340121

Photo credit: Attatat


Vedi altri articoli su: Cultura |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *