Expo Milano Virtual Tour: in viaggio verso il futuro

Come sarà Expo? Una spettacolare app 3D risponde in anteprima a questa domanda. Pubblicata sul sito Expo

Expo Virtual Tour

Vivere l’esperienza di Expo in prima persona? Probabilmente qualcosa che vale la pena di fare veramente, quando la grande kermesse planetaria che nel bene e nel male sconvolgerà le vite dei milanesi per i prossimi mesi sarà effettivamente aperta e potrà accogliere i suoi numerosi ed incuriositi visitatori. Ma quale sarà effettivamente l’esperienza cui ci si troverà di fronte in un ambito unico nel suo genere come Expo con la sua caleidoscopica varietà di contenuti, luoghi, lingue, persone ed ambienti?

E’ proprio il tentativo di rispondere a questa domanda che sta alla base di un interessantissimo ed accattivante progetto che Expo 2015 ha pubblicato alla fine del mese di dicembre, rendendolo disponibile per il grande pubblico. Si tratta di Expo Milano Virtual Tour, la piattaforma basata su tecnologia 3D Experience che permette un vero e proprio viaggio virtuale nella realtà “futura” del sito espositivo destinato ad ospitare la manifestazione, attraverso l’esplorazione in anteprima di alcuni dei suoi luoghi-simbolo come le sue “strade” principali, il Padiglione Zero, Palazzo Italia, o i Cluster, solo per citarne alcuni alla rinfusa. Insomma, una vera e propria preview del sito espositivo nella veste, oggi non ancora “fisicamente” terminata, che presenterà al mondo dal giorno dell’inaugurazione, il prossimo primo maggio.

Expo Virtual Tour

Quattro passi per il Decumano

L’applicazione è stata sviluppata da parte di Dassault Systèmes, azienda francese fra i main sponsor di Expo e fra i leader mondiali nella produzione di software PLM, CAD e di progettazione 3D in genere, attiva fin dal 1981 e specializzatasi negli ultimi anni nell’affascinante campo della realtà virtuale e della simulazione avanzata. Grazie alla tecnologia, i creativi di Dassault hanno potuto ricostruire un vero e proprio modello virtuale del sito Expo pubblicato nella sezione apposita del sito istituzionale, rendendolo così disponibile per tutti gli utenti web del pianeta.

Guidati da una mappa interattiva di semplice ed intuitivo utilizzo, i curiosi di tutto il mondo avranno a disposizione gran parte del circa milione di metri quadri che comporranno il sito della manifestazione e potranno muoversi al loro interno secondo un gran numero di “percorsi” alla scoperta delle installazioni, dei padiglioni e delle aree che comporranno Expo, avendo fin da subito una idea abbastanza vicina alla realtà dell’impatto “visivo” che le soluzioni costruttive avranno sui visitatori. Il tour virtuale può partire lungo il Decumano, ovvero la via principale del sito che accoglierà i diversi padiglioni nazionali dei Partecipanti Ufficiali alla manifestazione, permettendo un assaggio di quella “passeggiata per il mondo, da un continente all’altro” che si preannuncia come uno degli aspetti più interessanti e coinvolgenti di Expo. Si potranno poi esplorare molti degli spazi comuni riservati agli espositori, come per esempio i  nove cluster tematici in cui saranno raggruppati per “grandi temi” tutti i Paesi Partecipanti che non realizzeranno un padiglione self-built.

Inoltre sono state ricostruite all’interno della piattaforma le grandi aree pubbliche che costituiranno il cuore della manifestazione, dalla Lake Arena, il più ampio spazio aperto riservato ai visitatori che sarà teatro di spettacoli, eventi, concerti ed installazioni artistiche, all’Open Air Theater, l’area situata nella zona sud del sito e che potrà ospitare fino ad 11.000 spettatori. Il tutto in pochi clic…

Non solo un tour “esplorativo”…

L’applicazione è progettata per essere utilizzata senza problemi da tutti i maggiori browser esistenti – Chrome, Safari, Firefox e versioni di Internet Explorer dalla 10 in su – sia tramite web che su smartphone e tablet e si avvale di funzionalità e tecniche ad alta definizione, come le viste panoramiche a 360 gradi gestibili “dall’utente” e gli effetti sonori più realistici. Il Tour non si limita alla “esplorazione” delle diverse aree del sito, ma è  ricco anche di ulteriori contenuti multimediali: dalle video interviste ai protagonisti dell’Esposizione Universale, ad immagini e photogallery che descrivono i concept e i progetti architettonici che sottendono i diversi padiglioni dei Paesi partecipanti e dei Cluster, dalle anteprime delle mostre ospitate nelle aree eventi a numerose informazioni ed approfondimenti per capire esattamente “cosa si sta vedendo” e come “lo si vedrà” – tra non molto – dal vero.

 

Photo: Expo 2015.org


Vedi altri articoli su: UnaDONNA for Expo 2015 |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *