Come preparare il bagaglio a mano quando si prende un aereo

La valigia da portare con sé in aereo è sempre un terno al lotto con tutte le regole che ci sono su dimensioni, liquidi e prodotti vietati. Facciamo un po' di chiarezza e seguite i nostri consigli

Dovete prendere un volo e siete confuse sulle infinite regole dei bagagli a mano? In passato vi è capitata qualche disavventura con la valigia in cabina e visto che la hostess non parlava italiano non avete ancora capito quale fosse il problema? Bene, qui arriviamo noi e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul tema, riguardo a misure, regolamenti e compagnie aeree.

I liquidi nel bagaglio a mano

Sorvoliamo sul fatto che sembra sempre che le compagnie aeree siano delle sadiche entità che se le inventano tutte per farci uscire di testa proprio in un momento già di per sé difficile come quello della partenza, e concentriamoci sul preparare la valigia.

Potrà sembrare banale o ripetitivo, ma fonti vicine mi hanno fatto capire che non è ancora così chiaro per tutti cosa si può e cosa invece non si può portare a bordo di un aereo. La famosa regola dei liquidi permessi a bordo (sì, in certa misura sono permessi) è la seguente: si possono portare a bordo di un aereo un massimo di 10 bottigliette, a patto che ogni confezione sia di massimo 100 ml l’una. Per quelli a cui non riescono bene i calcoli, basta ricordarsi che si può portare in aereo fino ad 1 litro di liquidi, suddiviso in massimo 10 pezzi. Ideali i contenitori mini-size da viaggio che si possono trovare facilmente nelle profumerie o nei market più forniti.

Con liquidi –perché anche questo a volte può creare dei legittimi dubbi- si intende: liquidi veri e propri come shampoo, sapone liquido, struccante per occhi, ma anche i gel e le creme, come dentifricio, crema per il corpo e il viso, ecc.

Oggetti non ammessi a bordo

Non sono invece ammesse a bordo le bombolette spray: che siano lacca per capelli, deodorante, spray al peperoncino, oltre agli oggetti comunemente intesi come armi, coltelli e coltellini svizzeri, o forbicine e riproduzioni realistiche di armi da fuoco. Sono generalmente vietati anche accendini, per cui guardate bene nelle vostre tasche e borse oltre che nel bagaglio a mano prima di arrivare ai controlli di sicurezza dell’aeroporto e far scattare gli allarmi solo per un semplice accendino. È inoltre proibito l’utilizzo delle sigarette, delle pipe e dei sigari elettronici all’interno delle aerocabine.

Che misure deve avere il bagaglio a mano

Per quanto riguarda il fronte misure, qui il discorso si fa più complesso, infatti ogni compagnia aerea ha messo a punto delle misure diverse per il bagaglio a mano: la differenza non è grande, ma un po’ di accortezza non guasta mai. Considerando le principali compagnie che operano in Italia diamo un po’ di numeri: per British Airways le misure sono 45 x 56 x 25 cm, per Lufthansa 40 x 55 x 23 cm, per Ryanair, Vueling e Iberia invece 40 X 55 X 20 cm. Alitalia consente bagagli a mano di dimensioni non maggiori a 55x35x25, e soprattutto pone un limite anche al peso, che non deve superare 8kg.

Inoltre, a chi non è mai capitato di arrivare per ultimo e vedere il proprio bagaglio a mano sbattuto in stiva perché in cabina non c’è proprio posto? Una novità da sapere: EasyJet ha deciso di introdurre una garanzia sul bagaglio a mano in base alla quale le valigie di dimensioni 50 x 40 x 20 cm non possono essere spostate in stiva.

Detto ciò, non rimane che augurarvi buon viaggio!


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *