Tommaso Zorzi infuriato: querela tutti gli haters

Nei giorni di assenza dai social, Tommaso Zorzi ha deciso di rivolgersi ad uno studio legale per querelare tutti gli hater che hanno riversato commenti di odio sui suoi profili social.

Durante la sua assenza dai social Tommaso Zorzi ha deciso di muoversi con l’aiuto dello studio legale di Cathy La Torre, avvocata molto attiva sul fronte dei diritti civili e della comunità LGBTQ+, per inoltrare una querela a tutti coloro i quali nei giorni scorsi hanno gravemente insultato l’influencer sui suoi profili.

Nelle sue Instagram stories di oggi, Tommaso elenca ad alta voce gli insulti subiti da parte di numerosi utenti in vari social e che hanno letteralmente vomitato ingiurie sui suoi profili.

Il ricorso di Tommaso ad un avvocato

Come ormai noto, Tommaso Zorzi è stato assente dai social per più di una settimana dopo aver subito gravi insulti per aver preso le difese di Fedez e del suo discorso in favore del Ddl Zan e del diritto del rapper a non venire censurato dai vertici Rai.

Questa mattina Tommaso ha spiegato, nelle sue Instagram stories, che nel periodo di assenza dai social l’influencer si è rivolto ad uno studio legale per prendere provvedimenti nei confronti degli utenti che si sono dispensati in gravi insulti nei suoi confronti:

“Mi sono dilettato insieme a Cathy La Torre a querelare decine di persone le quali mi hanno lasciato degli insulti sotto i miei vari post, nei vari social.

Mi sono sempre interrogato su quanto fosse difficile risalire alla vera identità di una persona da un profilo social e, specialmente su Instagram, è molto molto semplice.”

La lunga lista degli utenti querelati da Tommaso Zorzi

Con l’aiuto dell’avvocata Cathy La Torre, molto attiva sui social sia per quanto riguarda numerose battaglie per i diritti civili, sia per la divulgazione di giurisprudenza “per principianti”, Tommaso Zorzi è riuscito a risalire alla vera identità di tutti gli utenti che gli hanno rivolto gravi insulti sui social e a querelarli.

Nelle Instagram stories di oggi, infine Tommaso Zorzi li nomina uno ad uno e ne legge il commento di odio che gli è stato rivolto sotto ai suoi post:

“Sono risalito grazie allo studio legale di Cathy La Torre alle identità reali con tanto di professione e luogo di residenza di alcuni miei hater.

Abbiamo Rita che è una scrittrice di Savona che mi ha vomitato una valanga di insulti e riceverà una querela; abbiamo Francesco, ex agente di polizia veneto, querela; Davide, titolare di un negozio di biciclette di Reggio Emilia, querela; Mauro, titolare di un’autofficina di Olbia, querela; Simone, titolare di un ristorante steak house: “pezzo di m***a, gente come te deve finire male, molto male“, querela; Guglielmo, studente e calciatore dilettante, querela; Fabio, barman internazionale: “sei un pezzo di m***a irrispettoso, parassita, arrogante, presuntuoso“, querela; potrei continuare così per un quarto d’ora.

Inoltre, Tommaso Zorzi spiega come Cathy La Torre, più volte vittima di odio sui social, si sia fatta risarcire per migliaia di euro dai suoi hater, e così il conduttore de Il Punto Z ha deciso di usare la sua stessa carta per disincentivare l’odio e anzi, come ironizza lui stesso “monetizzarlo”:

“Mi sono detto “ma perché non posso monetizzare pure io l’odio? Anche perché una persona che arriva a dovermi dare qualche migliaia di euro per un insulto, la prossima volta magari non si ripermette di farlo.

Dunque credo che sia propedeutico alla cura e alla risoluzione di questo problema in attesa del Ddl Zan che speriamo passi.”



Lifestyle

The Ferragnez: la serie Amazon su Chiara e Fedez

Celebrity

GF Vip 6: Jeda furioso con Jo Squillo

Celebrity

Zorzi e Stanzani: come è nata la loro relazione?

Celebrity

Fabrizio Corona e Nina Moric: vanno a vivere insieme?

orietta berti
Celebrity

Orietta Berti: età, canzoni e figli della cantante

Celebrity

Luca Argentero odia Stefano De Martino?

Celebrity

Emmy Awards: tutte le candidature

Celebrity

Paola Turani: quando nascerà il bambino?