russell crowe

I primi 50 anni di Russell Crowe

Ripercorriamo la vita e la filmografia dell’attore premio Oscar, da Skinheads a Il gladiatore fino al recentissimo Noah

Un premio Oscar, tanti film indimenticabili e tante passioni. L’attore Russell Crowe ha compiuto i suoi primi 50 anni al cinema con l’uscita del suo ultimo film, Noah nelle sale italiane dal 10 aprile. Ripercorriamone insieme la carriera, le vicende della vita privata e dei guai con la giustizia, l’amore per lo sport e per la musica.

crowe gladiatore
Filmografia

Russell Ira Crowe (per gli amici Rusty) è nato il 7 aprile 1964 a Wellington, in Nuova Zelanda, ma si è subito trasferito in Australia, sua nuova casa. Qui, fin dall’infanzia, ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della recitazione diventando una piccola star nei programmi della televisione locale.
Il suo primo film è Skinheads del 1992, pellicola che gli ha garantito una certa notorietà in Australia e non solo, al punto che Sharon Stone, sentendo parlando di questa giovane promessa, decise di chiamarlo per Pronti a morire (1995). A questo punto la strada verso la conquista di Hollywood era alla portata di mano. Nello stesso anno lo abbiamo quindi visto recitare al fianco di Denzel Washington in Virtuosity e poi ecco la prima nomination all’Oscar con L.A. Confidential (1997).
Grazie a Il gladiatore (2000) Crowe riesce a conquistare la famosa statuetta e ad assicurarsi un posto d’eccezione nel mondo del cinema, anche se con il film successivo, A Beautiful Mind, ha vinto ” solo” un Golden Globe.
Tra i film più belli interpretati da Russell Crowe non possiamo dimenticare Master and Commander – Sfida ai confini del mare (per entrare meglio nella parte ha davvero imparato a suonare il violino), Cinderella Man (il suo personaggio preferito, James J. Braddock), Un’ottima annata – A Good Year, Quel treno per Yuma, The Next Three Days e Les Misérables, al fianco di un altro bellissimo australiano, Hugh Jackman.

Il gladiatore

Avete mai visto Il gladiatore? Se la risposta è no prendete un pacchetto (anche due) di fazzoletti e andate subito a recuperare questa pellicola, vincitrici di 5 Oscar tra cui quello per migliore attore protagonista e miglior colonna sonora.
Il gladiatore è la storia toccante e intensa di un generale romano, a cui viene uccisa la famiglia e rubata l’identità dal figlio dell’imperatore (Joaquin Phoenix) che, assetato dal potere, si troverà a fronteggiare un uomo forte, determinato, alla ricerca di vendetta.
Curiosità: dopo aver girato questo film Russell Crowe è partito per un lungo viaggio in Australia (4mila km) in moto con gli amici. Una volta tornato, sulla scia del successo de Il gladiatore, l’attore e la sua band, i 30 Odd Foot of Grunts, hanno suonato nella prima volta negli Usa. I biglietti sono stati venduti su ebay a prezzi superiori ai 500 dollari (circa 360 euro).

Musica, sport e vita privata
russell crowe
L'attore con la (ex) moglie Danielle Spencer a Cannes

Nel tempo libero Russell Crowe è il front man dei 30 Odd Foot of Grunts con cui ha scritto una canzone per l’amica Jodie Foster. Ricordiamo che è stato scoperto Daniel Abineri per interpretare il musicalThe Rocky Horror Picture Show.
Altra passione di Russell è lo sport. Da piccolo giocava a rugby ed è sempre stato un fan sfegatato dei South Sydney Rabbitohs.
La tormentata (sembra che in mezzo ci sia stata anche una liaison con Meg Ryan) storia d’amore tra l’attore e la collega Danielle Spencer, conosciuta sul set di The Crossing, è iniziata nel 1989 ma i due hanno convogliato a nozze solo il 7 aprile 2003 (giorno del 39esimo compleanno di Russell). Forse la decisione è stata influenzata dalla gravidanza di Danielle che a dicembre dello stesso anno ha dato alla luce il loro primo figlio Charles. Tre anni più tardi è nato Tennyson ma la coppia è oggi separata. La reputation di “bad boy” di Russell Crowe non è però dovuta alle sue scappatelle amorose ma piuttosto al suo carattere irascibile che lo ha più volte portato davanti a un giudice. Nel 2005 è stato arrestato per aver lanciato il telefonino contro un dipendente del Mercer Hotel di New York che si sarebbe rifiutato di aiutarlo a fare una chiamata. A qualcuno non è piaciuto nemmeno il suo support al movimento Occupy Wall Street ma questa è un’altra storia.

Auguri Russell!



Celebrity

Chiara Ferragni: Vittoria sta meglio

Celebrity

Can Yaman ha un nuovo amore?

Celebrity

Martina Colombari positiva al Covid: come sta?

Celebrity

Maneskin: ospiti da Jimmy Fellon e candidati agli MTV EMAs

Celebrity

Alec Baldwin: spara sul set e uccide una donna

Celebrity

Marracash: la verità sulla sua nuova fiamma

Celebrity

Selvaggia Lucarelli, critica duramente Wanda Nara

Celebrity

Wanda perdona Icardi: parla l’amante