Fedez: polemiche per il video di Morire Morire

Fedez: polemiche per il video di Morire Morire
-
04/11/2021

Da pochissimi giorni è uscito il nuovo singolo di Fedez Morire Morire ed è già scoppiata una polemica. La sindaca di Paese (Treviso) Katia Uberti si scaglia contro il rapper a causa del video che accompagna la canzone, nel quale compare un personaggio vestito da sindaco.

Tre giorni fa, insieme al nuovo disco, Disumano, è uscito anche il nuovo singolo di Fedez: Morire Morire. Su Youtube il video ufficiale è già un successo enorme che si avvicina al milione di visualizzazioni.

Non potevano però mancare le polemiche che spesso seguono delle novità che riguardano i lavori del rapper: da Paese, in provincia di Treviso, il sindaco Katia Uberti si è fatta sentire su Facebook contro il videoclip a causa di un personaggio che interpreta un sindaco.

Katia Uberti: “video offensivo”

Al centro della polemica ci sarebbe il fatto che nel video di Morire Morire, nuovo singolo di Fedez, c’è un personaggio con indosso la fascia tricolore a simboleggiare che si tratta di un sindaco, e questo personaggio si ferma sopra al rapper disteso a terra e gli urina addosso.


Leggi anche: Fedez: esce il nuovo singolo “Morire Morire”

Katia Uberti, eletta sindaco di Paese (Treviso) nel 2019, ha pubblicato su Facebook un lungo post di protesta nei confronti del video:

“Caro Fedez,

noi sindaci rappresentiamo i cittadini delle nostre comunità a prescindere dalla parte politica con la quale ci siamo candidati, rappresentiamo le istituzioni di questo Paese che sono espressione di libertà e democrazia.

Indossiamo la fascia tricolore con orgoglio, con rispetto, con responsabilità.

E tu che fai? Offendi tutte quelle persone che si dedicano al servizio delle piccole o delle grandi comunità!

Ma quello che è ancora più grave è che ormai ci si senta legittimati a calpestare ogni cosa, mi chiedo che tipo di messaggio stiamo consegnando alle future generazioni.”

La risposta di Fedez

Fedez, che è abituato a ricevere gli attacchi dal mondo della politica, soprattutto se si tratta di schieramenti politici appartenenti alle destre, su tutti la Lega, ha prontamente risposto dai suoi social in modo molto ironico.

L’idea era quella“, risponde sarcasticamente su Instagram il rapper all’accusa di offendere tutti i sindaci italiani attraverso la scena del suo video, e ai titoli offensivi e sensazionalisti di Libero sull’argomento, il musicista si finge entusiasta della recensione.

Giulia Marinangeli
  • Scrittore e Blogger