3 cose che non sai su Elecktra Bionic: carriera e vita privata

3 cose che non sai su Elecktra Bionic: carriera e vita privata

Mattia di Renzo è Elektra Bionik, la Drag Queen che ha preso parte al programma Drag Race 2021.

-
02/12/2021

Elecktra Bionic è riuscita a mostrare le sue doti innate di performer sorprendendo per capacità e tecnica. Si tratta di un personaggio determinato che si è fatto conoscere proprio per la sua voglia di emergere senza alcuna paura dei pregiudizi altrui. Nonostante questo nella sua vita privata Mattia è particolarmente schivo e restio non consentendo ai paparazzi di scoprire alcuna informazione. La tutela della privacy è fondamentale per tutti coloro che si esibiscono in tv. Vediamo però se è possibile scoprire qualcosa in più su Mattia e sul suo personaggio Elektra Bionic grazie alle esibizioni e ai social.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elecktra Bionic (@elecktra_bionic)

Chi è 3 Mattia di Rienzo: biografia

Nato a Torino dove ancora vive e si esibisce, Mattia è un ragazzo di 27 anni. Da quando era piccolissimo, all’età di sei anni, ha iniziato a lavorare insieme alla mamma in profumeria, è così che è nata la sua passione per i trucchi e i capelli. Mattia infatti ha costruito completamente da solo il suo personaggio di Elektra, infondendo nella stessa tutto ciò che ammira, quello che vorrebbe essere e quello che è di fatto. Il ragazzo ha studiato molto prima di approdare sul palco, ha migliorato le sue performance sceniche riuscendo a renderle completamente sue. La scoperta di se stesso è stata dura, una strada tutta in salita, sia perché inizialmente la paura gli impediva di esprimersi, sia perché c’è voluto del tempo prima di riuscire ad accettarsi e farsi accettare.

Mattia di Rienzo e la nascita di Elektra Bionic

Il giovane ballerino inizia ad interpretare Elektra solo nel 2012, ancora giovanissimo, aveva preso coscienza della sua personalità e del suo carattere. Si tratta dell’anno della svolta, si esibisce nei locali e non ha paura di mostrarsi, finalmente è felice. Confeziona i suoi vestiti, esegue le sue coreografie dopo averle studiate e provate per mesi, giorni e settimane, non ama l’improvvisazione perché la sua Queen deve essere perfetta. In fatto di trucco e parrucco non ha nulla da invidiare ai grandi professionisti, realizza da solo ogni opera che lo rende unico. I suoi miti sono Dita Von Tees e Rihanna, performer da cui prende ispirazione ogni volta che si esibisce.

La sua modella preferita è Naomi Campbell, la Venere nera ha sempre attratto Mattia per il portamento e la capacità di non farsi mai mettere i piedi in testa da nessuno. In una recente intervista il giovane ha confermato che il suo personaggio Elektra, vuole essere la rappresentazione della libertà, in ogni suo spettacolo mette in evidenza temi importanti come l’omofobia, la violenza sulle donne ma anche il razzismo che lui condanna aspramente. Insomma, non si tratta di una semplice esibizione, c’è molto di più dietro ogni performance sul palco. Elektra non è una maschera ma l’animo di chi la impersona che si mette a nudo per far capire al mondo intero cosa è giusto e cosa no.

L’aggressione: un momento di consapevolezza

Mattia di Rienzo nel 2018 è stato vittima di un’aggressione, da parte di alcuni turisti francesi. L’accaduto si colloca nel Piemonte, precisamente a Torino, subito dopo un’esibizione al Centralino uno dei locali più di moda del periodo. Nonostante fosse un gruppo di persone, Mattia non si è perso d’animo e si è difeso facendo scappare gli aggressori. Dietro questa sua reazione c’è infatti la volontà di mostrare che anche chi in apparenza è fragile sa tirare fuori gli artigli e difendersi. Ecco perché le esibizioni di Mattia da quel giorno sono ancora più sentimentali e forti, proprio per condannare questi episodi di violenza inaudita che nulla hanno a che fare con una società civile e ben informata. Quello che Mattia vuole far capire è che è necessaria una campagna di sensibilizzazione per evitare che episodi del genere possano ricapitare e colpire qualcuno che non è forte come lui. Deve essere garantita la libertà a chiunque la desideri.

La partecipazione a Drag Race Queen

Drag Race è un nuovo format ispirato a RuPaul’s Drag Race, un programma americano di grade successo. Si tratta del primo anno in cui un programma simile viene trasmetto in tv e girato interamente in Italia con concorrenti italiani. Alla guida del programma ci sono tre volti noti alla televisione, Tommaso Zorzi, ex concorrente del gf vip e vincitore dell’edizione, Priscilla Drag Queen, molto nota ai partecipanti, performer cui alcuni di loro ambiscono di assomigliare e, Chiara Francini, amante e sostenitrice del mondo Drag, ha scritto numerosi libri è una delle comiche più apprezzate del momento e un’attrice di tv e teatro di grande successo.

Loro tre oltre ad essere i conduttori sarnano anche i giudici coadiuvati anche da altri partecipanti che cambieranno di puntata in puntata. Elektra Bionic è una delle favorite, in lizza per il podio ha un’altezza che non le permette di passare inosservata, con i tacchi infatti supera ampiamente i 2 metri. Insomma, I tatuaggi, il trucco e i vestiti completano un personaggio che si farà notare.

 

reality drag race

Tre curiosità su Elektra Bionic

Mattia di Rienzo, seppur giovanissimo, sembra avere molta esperienza nelle esibizioni, lavora al su personaggio praticamente da sempre. Elektra infatti è la personificazione dei suoi desideri, delle sue passioni e del suo animo. Scopriamo tre curiosità che non sapevamo sul nuovo volto di Drag Race.

Prima curiosità

Mattia crea da solo i suoi abiti, l’amore per il cucito non è però una cosa nuova, confezionarli è più difficile del previsto e gli occupa davvero molto tempo. Ha imparato e preso spunto da un suo collega in alias Farida Kant che gli ha insegnato quest’arte. Per quanto riguarda invece trucco e parrucco è un esperto da sempre grazie al lavoro in profumeria conosce bene i prodotti che rendono al meglio su di lui.

Seconda

Elektra Bionic ha moltissimi tatuaggi che a primo impatto su Mattia nessuno aveva notato. In particolar modo si presentano su mani e braccia, uno è molto simile a quello di Elettra Lamborghini. Si tratta del motivo maculato che caratterizza gran parte del braccio destro di Elektra Bionic.

Terza

Una terza curiosità si può intravedere sul profilo Instagram di Mattia, il giovane pur avendo 26 mila follower non è amante dei social, vediamo solamente foto di Elektra, dietro le quinte delle sue esibizioni. Mostrare al pubblico la preparazione di ogni performance fa parte della performance stessa perché permette di entrare ancora di più all’interno dell’esibizione che non va osservata ma anche capita.

Photo credit Agenzia Fotogramma

Melissa Viri
  • Scrittore e Blogger